23/07/2017quasi sereno

24/07/2017temporale e schiarite

25/07/2017possibile temporale

23 luglio 2017

Basket

Fantinelli rimane a Treviso

Il play sta per iniziare la sua quarta stagione consecutiva in magli De Longhi

Basket

Matteo Fantinelli

TREVISO - Matteo Fantinelli (nella foto) ha sciolto le riserve e ha confermato che sarà ancora lui il playmaker della De’ Longhi Treviso Basket per la stagione 2017/18.

Rimane a Treviso per la quarta stagione consecutiva. Nel 2016/17 Matteo ha viaggiato ad 8.9 punti di media con il 48% da due, il 39% da tre con 5.8 rimbalzi, 1.6 recuperi e 5.7 assist (3° in classifica nella specialità), confermandosi uno dei giocatori di maggior impatto sulle partite dell’intero campionato.

“In cuor mio non ho mai avuto dubbi, – ha detto il “Fante” prima di partire per le vacanze in Portogallo – il mio posto è questo. In questo periodo mi sono preso un po’ di tempo per pensare, ho avuto parecchie offerte da squadre di Serie A, una delle quali anche importante, ma dentro di me ho sempre saputo quello che volevo e alla fine ho deciso di continuare a Treviso, in Serie A ci voglio arrivare con questa squadra, questa splendida società e la mia gente. Ci metterò tutto l’impegno possibile.”

Cosa è stato decisivo per convincerti?

“L’idea e le ambizioni della società. Dopo tre anni bellissimi passati qui, ho avuto la certezza e la rassicurazione che la società punta in alto, che vorrà essere competitiva ai massimi livelli e provare a vincere. Quindi, visto che le mie idee e quelle della società corrispondono, non è stato difficile decidere di restare.”

Sei arrivato molto giovane a Treviso, ad appena vent’anni, adesso sei un giocatore maturo.

“Si, questo sarà il mio quarto anno a Treviso, sono cresciuto qui come uomo e come giocatore, la scorsa stagione ho anche avuto il grande onore di essere anche il capitano della squadra, cosa davvero speciale per me. Ora è vero, mi sento maturato e più responsabile, e tutta la fiducia e l’affetto della società e dei tifosi mi danno grandi motivazioni. Voglio ripagare con l’impegno e con grandi risultati tutto cio’.”

Come vedi la nuova squadra che sta nascendo?

“La società sta facendo veramente le cose per bene e l’organico che si sta delineando sarà altamente competitivo. Conosco Musso, è fortissimo come giocatore e in più ha quell’esperienza che magari negli scorsi anni ci è mancata in alcuni frangenti. Con Gherardo (Sabatini) ho giocato assieme nelle giovanili della Virtus, è un ragazzo super e un ottimo giocatore che cresce di anno in anno, con caratteristiche di gioco che saranno molto utili alla nostra squadra.”

 

Altri Eventi nella categoria Basket

definito il precampionato della De Longhi
definito il precampionato della De Longhi

Basket

Sono state definite tutte le date e il programma precampionato di Treviso Basket

De Longhi, si comincia il 16 agosto

TREVISO - Sono state definite le date del precampionato della De' Longhi Treviso Basket.

Basket

Malbasa, leader della classifica delle presenze in maglia Treviso Basket, lascia la società

Dorde saluta e va a Piombino

TREVISO - “Un ragazzo speciale: che fosse un allenamento, un garbage time, gli ultimi due secondi di un quarto o trenta minuti in campo, in qualsiasi situazione, per me è stato un piacere allenarlo, perché incarna perfettamente il giocatore che mette le esigenze della squadra di fronte a quelle...

Filippo Campanini
Filippo Campanini

Basket

Scelta la guida tecnica per la prossima stagione

Campanini head coach del Basket Mogliano

MOGLIANO - Sarà Filippo Campanini (nella foto) il coach della Prima Squadra del Basket Mogliano nella stagione 2017/2018. Ricomincia dunque da un’importantissima conferma la nuova annata del club trevigiano, che ha scelto il tecnico veneziano per la propria panchina.

Commenta questo articolo


Loading...

Le società Sportive

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.918

Anno XXXVI n° 14 / 27 luglio 2017

VACCINI A SCUOLA. PROMOSSI O BOCCIATI?

Per andare a scuola non basta il diario. Ora ci vuole il libretto sanitario. Con il certificato delle vaccinazioni.Ma è proprio indispensabile?

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×