23/11/2017coperto

24/11/2017nuvoloso

25/11/2017pioggia

23 novembre 2017

Benessere

Farmaci: tra elisir e prodotti introvabili farmacia Vaticano fa boom presenze.

AdnKronos | commenti |

Città del Vaticano, 18 ago. (AdnKronos Salute) - Tra elisir, balsami pregiati e farmaci introvabili, la farmacia del Vaticano registra un vero e proprio boom di presenze: ogni giorno nella struttura in cui, oltre al direttore, sono presenti 6 religiosi provenienti da Asia, Africa e Europa, si riforniscono dai 2 mila ai 2.500 clienti.

La farmacia lavora senza sosta. "Quella vaticana è una delle farmacie più frequentate nel mondo. Gli ultimi dati che abbiamo registrato indicano una media giornaliera di presenze che va dai 2 mila ai 2.500 clienti al giorno. Di questi, il 50% sono residenti, dipendenti del Vaticano o loro familiari. La metà restante proviene invece dal'esterno", sottolinea il direttore Thomas Binish Mulackal in un'intervista all''Osservatore Romano', spiegando che l'obiettivo sarà quello di seguire le esigenze dettate dai tempi.

"I prodotti disponibili - prosegue il direttore della farmacia - sono circa 42 mila, che riceviamo da fornitori soprattutto in Italia, Svizzera, Francia, Germania, ma anche da paesi più lontani come gli Stati Uniti". Tra i farmaci più richiesti il Bengay, una pomata per i dolori muscolari; il Contractubex, utilizzato nel trattamento locale delle cicatrici; il Pantogar, integratore per la caduta dei capelli; l'Osteo Bi-flex, per le articolazioni e le cartilagini; e l'Aspir Low, aspirina americana che grazie ad un protettore gastrico riduce i danni allo stomaco.

La vendita online non c'è ancora ma il direttore della farmacia vaticana, come spiega al quotidiano d'Oltretevere, non esclude che ciò possa accadere in futuro. "Soprattutto a beneficio dei nostri clienti che per motivi logistici non possono accedere regolarmente alla farmacia. In ogni caso - dice - occorrerà uno studio approfondito e sarà prioritario continuare a conservare la nostra identità".

La farmacia ha anche preparati di sua produzione. "Attualmente abbiamo circa 25 prodotti con il nostro marchio che produciamo nel laboratorio. Ricordo, in particolare, la pasta antidecubito, i fito-complessi e le tinture madri, ma anche l'elisir di anice e china, le 6 fragranze di saponi, la colonia alla lavanda, l'acqua di colonia, la lozione antiacne e il balsamo dopobarba", ragguaglia ancora il direttore.

 



AdnKronos

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.924

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×