22/06/2018temporale e schiarite

23/06/2018quasi sereno

24/06/2018nuvoloso

22 giugno 2018

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Farra di Soligo, travolge e uccide un ciclista: senza riposo, turni di lavoro massacranti

L'uomo ha patteggiato 22 mesi per omicidio stradale, pena sospesa

commenti |

FARRA DI SOLIGO - Dopo la tragedia è arrivata la sentenza: l’operaio marocchino che il 14 aprile scorso travolse e uccise con la sua auto Massimo Flora ha patteggiato un anno e dieci mesi di reclusione per omicidio stradale (pena sospesa).

 

E’ stato stabilito che l’uomo – che lavora in una ditta della zona – ha causato il fatale incidente a causa della prolungata assenza di riposo, dovuta ai turni lavorativi cui si era sottoposto.

 

Lo riporta la Tribuna. A perdere la vita era stato il maresciallo dell’esercito Flora, in servizio al Cimic di Motta di Livenza: quel pomeriggio si trovava in sella alla sua bici lungo via Castelletto, a Col San Martino. La Clio condotta dall’operaio aveva invaso la corsia opposta, travolgendo il militare, che nello schianto aveva perso la vita.

 

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.938

Anno XXXVII n° 12 / 21 giugno 2018

SULLA MIA PELLE

Il tatuaggio: una moda vecchia 5300 anni

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×