17 ottobre 2019

Montebelluna

Flash-mob per la vetrata rotta da un anno

Da un anno all’asilo di Busta c’è una vetrate sfondata così l’opposizione consiliare ha deciso di protestare

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

MONTEBELLUNA – Primo giorno di scuola, ieri anche per i bambini della scuola d’infanzia di Busta dove da un anno a questa parte c’è una vetrata rotta. Una circostanza che ha indotto i consiglieri d’opposizione ad un gesto plateale come il flash-mob, per sottolineare la mancata risoluzione del problema. L’iniziativa ha visto l’adesione di tutti i consiglieri di minoranza: Davide Quaggiotto, Elisamaria Bressan, Loreno Miotto, Silvio Tessari (Pd il futuro è adesso), Francesco Bortignon, Fernanda Favotto (L’Alternativa Giusta) e Norma Marcuzzo (gruppo Misto).

“Da più di un anno la vetrata dell’asilo di Busta è rotta e in questi 365 giorni non sono mancate promesse o dichiarazioni dell’amministrazione finalizzate a garantire un pronto intervento – affermano i consiglieri d’opposizione -. Tuttavia, ieri la scuola è ricominciata e la vetrata non è stata ancora riparata. Come consiglieri siamo intervenuti a più riprese per sollecitare la maggioranza a porre rimedio al danno che la vetrata ha subito nell’estate del 2018 e abbiamo anche presentato un emendamento per stanziare delle risorse con lo scopo di raggiungere questo obiettivo. La nostra proposta però è stata bocciata e la maggioranza ha spiegato la scelta affermando che doveva ancora decidere con quale vetro effettuare la sostituzione ed eventualmente se svolgere un intervento parziale o generale di sostituzione della vetrata”.

I consiglieri quindi proseguono: “Il sindaco aveva anche promesso di investire i soldi ricavati dalla vendita del dehors di Piazza D’Annunzio per risolvere questa problematica, ma tutte queste promesse e questi propositi sono rimasti lettera morta. Per questo motivo abbiamo organizzato un flash mob per chiedere alla maggioranza un pronto intervento, perché il vetro rotto costituisce un pericolo per i bambini che frequentano la scuola e per chi utilizza la piastra polivalente adiacente per fare sport. Tra l’altro va evidenziato che nei mesi passati anche molti genitori hanno manifestato il proprio dispiacere per la situazione che è venuta a crearsi”.

“Riteniamo inoltre che non si debbano trascurare i quartieri dedicandosi prevalentemente al centro e anche per questo chiediamo che la maggioranza si attivi celermente – concludono i sette consiglieri comunali d’opposizione -. Infine, per dare maggiore forza alla richiesta annunciamo che nei prossimi giorni lanceremo una raccolta di firme online che divulgheremo nei social rivolgendoci a chi condivide questa causa. Aspettare più di un anno per risolvere un problema di questa natura è surreale e decisamente troppo”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×