10/12/2018velature sparse

11/12/2018sereno

12/12/2018quasi sereno

10 dicembre 2018

Vittorio Veneto

La fontana degli Arditi verrà rimessa a nuovo

Affidati i lavori per il restauro, ma c'è la polemica: "La Fontana del Cardinale di Ceneda è lercia da far paura"

Roberto Silvestrin | commenti |

La fontana degli Arditi verrà rimessa a nuovo

VITTORIO VENETO - La Fontana degli Arditi sarà rimessa a nuovo. A fine anno infatti l’amministrazione Tonon ha affidato i lavori di restauro del monumento di piazza Luigi Borro a Salsa: saranno eseguiti dalla ditta Ruggio Emanuela di Vittorio Veneto, “esperta restauratrice con conoscenza storica approfondita della fontana, nonché del contesto ambientale in cui insiste il manufatto”, si legge nel documento.

 

L’intervento costerà al comune 7mila e 500 euro, in base al preventivo presentato dalla ditta, che si occuperà della relazione tecnica da presentare alla Sovrintendenza, delle indagini diagnostiche e del vero e proprio intervento di manutenzione. La fontana degli Arditi vede quindi la luce, dopo le polemiche e la raccolta firme dei mesi scorsi: oltre mille in due settimane, consegnate dal presidente del Quartiere di Centro, Giovanni Braido, in municipio.

 

La segnalazione dello stato di profondo degrado del manufatto era stata inoltrata anche alla Sovrintendenza, che aveva invitato l’amministrazione “a provvedere con dovuta sollecitudine a trasmettere un progetto di manutenzione e restauro in grado di garantire gli obblighi conservativi stabiliti a norma di legge”. Era stato poi il consigliere comunale di Forza Italia, Paolo Santantonio, a riportare l’attenzione sulle condizioni della fontana, con un’interrogazione presentata ad ottobre.

 

Il forzista aveva posto anche il problema del Centenario, con il rischio che il “presidente Mattarella giunga a Vittorio con la fontana ancora in sofferenza”.

 

Per una fontana che viene sistemata, però, ce ne sono altre che continuano ad avere problemi. Lo sottolinea Michele Bastanzetti del Sac, consigliere del quartiere di Ceneda: “Speravamo che almeno il desiderio di guadagnarsi una benedizione da San Tiziano avrebbe indotto la giunta a provvedere alla pulizia della Fontana del Cardinale ed allo sturamento degli zampilli, che da oltre un anno sono senz'acqua. Ma niente da fare; la fontana monumentale, vecchia di 500 anni, anche per la festa del patrono rimarrà lercia da far paura”.

 

E necessiterebbero di un intervento anche la fontane dei Frati e della Rizzera, “anch’esse lerce da oltre un anno, nonostante ripetute richieste”, aggiunge Bastanzetti.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×