24 ottobre 2019

Mogliano

Fuga di monossido dalla caldaia, lei muore, grave il marito

Dramma in un'abitazione di Mogliano giovedì sera

commenti |

commenti |

MOGLIANO - Una anziana donna è morta, mentre il marito è ricoverato all'ospedale, pare in gravi condizioni, per intossicazione da monossido di carbonio. I due sono stati trovati nella loro abitazione a Mogliano Veneto ieri sera, giovedì. L'allarme è stato dato dai vicini di casa.

 

La tragedia si è consumata in via Tommaseo, una laterale di via Ronzinella nel quartiere di San Marco. La vittima è Emilia Montagner, 84 anni, mentre il marito, che è ricoverato al Ca’ Fondello di Treviso è Eugenio Ravagnan, 85enne. Lei aveva lavorato per anni alla scuola navale di Venezia, mentre lui era stato ispettore dell’ACtv. In quella casa, i coniugi, ci venivano saltuariamente poiché erano residenti a Jesolo.

 

Secondo una prima ipotesi, al vaglio delle verifiche tecniche in corso, la fuoriuscita di monossido potrebbe essere stata causata da una caldaia presente nell'abitazione. L’impianto di riscaldamento non era vecchio: era stato rimesso a nuovo due anni fa. Ma qualcosa ieri ha provocato a riuriuscita, che per Emilia è stata letale. Il monossido ha colto i coniugi mentre erano a letto e il corpo della donna è stato trovato privo di vita lì.

 

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri, oltre che il personale del Suem che ha constatato il decesso della donna e soccorso l'uomo. Difficile l'intervento, poiché l'aria era pregna di monossido e i soccorritori hanno dovuto fare attenzione e indossare apposite maschere.  Indagini sono in corso per stabilire la dinamica esatta del tragico incidente.

 

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×