17/11/2018sereno

18/11/2018quasi sereno

19/11/2018nuvoloso

17 novembre 2018

Vittorio Veneto

Furto in pieno giorno in merceria: "Attenti a due ragazze con un bimbo"

A mettere a segno furti e raggiri sarebbe un gruppo di Rom

Stefania De Bastiani | commenti |

VITTORIO VENETO – Furto nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì, alla merceria di Via Manin. Il tutto è avvenuto di fronte alla titolare Jessica e a due clienti, senza che nessuno si accorgesse di nulla.

 

A mettere a segno un piano ben studiato due ragazze di cui una, la più giovane, teneva in braccio un bimbo di circa un anno. A raccontare la vicenda è Jessica, che in quel momento era da sola in merceria e stava servendo due clienti.

 

“Ho lasciato un attimo la coppia che stavo seguendo per servire una donna, una ragazza sulla trentina – spiega Jessica –. Questa aveva fatto un acquisto da 1,40 e mi ha dato 50 euro per pagare. Io ho chiesto se per caso non avesse spiccioli e lei, un po’ scocciata, mi ha dato la moneta, chiedendomi però di cambiarle lo stesso i 50 euro in banconote di taglio più piccolo”. “Mentre le stavo dando i soldi – continua la titolare della merceria – si è avvicinata la ragazza con il bambino. Le due erano entrate in momenti diversi in negozio per non far capire che si conoscevano. La ragazza con il bimbo, che avrà avuto meno di 20 anni, ha iniziato a chiedermi insistentemente se le cambiato una lana che aveva acquistato sua nonna e che non andava bene. Mi ha distratta creando confusione e alla fine sono uscite entrambe dal negozio”.

 

“La ragazza che mi aveva chiesto di cambiare i 50 euro aveva appoggiato la sua banconota sul tavolo e quando io le ho dato le banconote più piccole si è presa le mie e la sua, approfittando della confusione creata dalla complice. Io mi sono accorta del tutto solo quando le due e il bimbo sono usciti dal negozio – spiega Jessica – e non ho potuto far altro che sporgere denuncia. La polizia locale mi ha detto che non è il primo caso in zona. A mettere a segno furti e raggiri di questo tipo sarebbe un gruppo di Rom che arriva in treno da Mestre e agisce nei negozi e nei cimiteri. Spesso sono le anziane a essere vittime di queste persone, che sono soprattutto giovani donne con bimbi piccoli".

 



foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×