18 novembre 2019

Vittorio Veneto

IL FUTURO DEGLI EX POLICARPO

Una cooperativa tessile o il lavoro nei servizi sociosanitari

| commenti |

| commenti |

Vittorio Veneto – Policarpo Cerruti: Comuni e Provincia stanno mettendo a punto il piano per il reinserimento nel mondo del lavoro degli ex dipendenti.

Una trentina dovrebbero essere impiegati all’Ulss7, gli altri invece potrebbero confluire in una cooperativa tessile.

Mercoledì mattina in Municipio a Vittorio si sono incontrati l’assessore provinciale alle politiche dell’occupazione, Denis Farnea, e i sindaci dei Comuni nei quali vive almeno un ex lavoratore della Policarpo Cerruti, tra i quali Vittorio Veneto, Conegliano, Cappella Maggiore, Sarmede, Fregona, Cordignano, Valdagno.

Confermate le ipotesi lanciate già all’indomani della chiusura dello storico lanificio: realizzare dei corsi di formazione per riconvertire le operaie in operatrici socio sanitarie.
Marisa Durante, direttrice del settore sociale dell’Ulss 7, presente alla riunione di mercoledì, ha confermato che sul territorio vi sono possibilità di collocazione in questo ambito per una trentina di persone.

Su un altro fronte, quello della valorizzazione delle competenze tecniche degli ex operai e del patrimonio storico del Policarpo Cerruti, è stata confermata anche la proposta di predisporre percorsi di specializzazione che permettano agli ex dipendenti di diventare imprenditori tessili. Le nuove figure che si formerebbero dopo i corsi potrebbero così dare vita a una cooperativa tessile che “erediti” la produzione del lanificio.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×