12 novembre 2019

Vittorio Veneto

Il futuro del cinema Verdi? "E' possibile tutto ed il contrario di tutto"

La proprietà non ha ancora scelto la linea da seguire: "Bisogna valutare se si può tenere parzialmente il cinema o meno"

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

VITTORIO VENETO - Il futuro del cinema Verdi? “E’ possibile tutto ed il contrario di tutto”. A dichiararlo è Gianantonio Furlan, amministratore delegato di Img Cinema, proprietaria del “Verdi”. In questi giorni è emersa l’ipotesi di una riduzione dello spazio dedicato alle sale cinematografiche, con un cambio di destinazione d’uso parziale che andrebbe ad introdurre spazi commerciali o direzionali all’interno della struttura.

 

Sarebbe il consiglio comunale a doversi esprimere in questo senso, ma la vicina campagna elettorale per le elezioni del 2019 potrebbe far slittare – e di molto – tutto l’iter, nel caso in un cambio dovesse essere chiesto. “Ad oggi non c’è nessuna certezza. Sono tutte ipotesi possibili” ha dichiarato Furlan, facendo riferimento all’ipotesi di riduzione delle sale.

 

Ora bisogna fare quelle “valutazioni economiche confrontandosi con l’amministrazione, che dovrà dimostrare la propria disponibilità ai cambiamenti”. Ma sopratutto – è sempre Furlan a dichiararlo - “bisogna valutare se si può tenere parzialmente il cinema o meno. Ma ci vuole del tempo”.

 

Perché la proprietà non ha ancora preso una linea e ancor meno l’ha presentata all’amministrazione. Motivo per il quale “non ci sono scenari certi”, ha detto l’ad. Servirà del tempo, visto che la situazione al momento è tutt’altro che definita.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×