24/06/2017piovaschi e schiarite

25/06/2017temporale e schiarite

26/06/2017quasi sereno

24 giugno 2017

Vittorio Veneto

Gaffe dell'assessore, le dichiarazioni sono copiate da Internet

Curiosa scoperta dopo l'arrivo di un comunicato del comune di Vittorio Veneto

Roberto Silvestrin | commenti |

VITTORIO VENETO - Le dichiarazioni dell’assessore sono copiate, da Internet. E’ curioso quanto è emerso oggi, all’arrivo di un comunicato stampa da parte del comune di Vittorio Veneto: l’indizio lo ha fornito una dichiarazione dal tono insolitamente “tecnico” e altisonante di un assessore della giunta Tonon, che ha creato dei sospetti.

 

Dubbi rivelatisi poi fondati, visto che ad un rapido controllo con un banale motore di ricerca si è stati in grado di individuare la fonte reale delle dichiarazioni, che si sono rivelate copiate, incollate e falsamente attribuite al membro dell’amministrazione.

 

Il comunicato inviato dal comune riguarda l’arrivo in città, previsto per lunedì 8 maggio, del camper della Polizia per supportare la campagna contro la violenza sulle donne. La parte di testo “incriminata” si può trovare però anche sul sito della questura di Catanzaro, sulla pagina che tratta del progetto antiviolenza.

 

Prova del nove della copiatura posticcia da parte dell’assessore? La data del comunicato pubblicato sul sito della questura risale allo scorso 14 febbraio, quindi a circa due mesi fa.

 

Per una questione di rispetto nei confronti delle istituzioni, noi, che non abbiamo fatto della trasparenza il nostro cavallo di battaglia durante le elezioni, abbiamo preferito non rivelare l’identità dell’interessato.

 

Della serie "si dice il peccato, ma non il peccatore".

 



Roberto Silvestrin

Commenta questo articolo


Loading...

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.916

Anno XXXVI n° 12 / Giovedì 22 giugno 2017

C'ERA UNA VOLTA VIA CAPRERA

Lo sceriffo Gentilini ce l’ha ancora nel cuore. Tanto da prendere carta e penna e scrivere al Quindicinale. Per far memoria di una strada che era “centro commerciale urbano”. Dove si trovava il cementista, lo zoccolaio, lo stradin, l’osteria col servizio di carrozze....

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×