25/06/2019sereno

26/06/2019sereno

27/06/2019sereno

25 giugno 2019

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Gatti picchiati e maltrattati, uno rischia di perdere l'occhio

Indignazione e rabbia a Farra per alcuni episodi di violenza sugli animali

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

FARRA DI SOLIGO - Immagini raccapriccianti quelle dell’ultimo micio preso a bastonate a Farra di Soligo. L’animale è stato portato del veterinario che ha escluso l’ipotesi di ferite da lotta con un altro gatto, confermando così i sospetti che in paese ci sia qualcuno che nottetempo maltratta gli animali.

La questione è venuta a galla dopo che sui social una signora ha voluto postare la foto dell’ultimo gattino preso di mira: “A Farra di Soligo: questo è il micio dei miei vicini! Qualcuno questa notte lo ha picchiato! E 15 giorni fa era successo ad un'alta micetta. Vergogna!”. Le reazioni sono state di sdegno e anche di rabbia e ora in paese c’è allarme. Doveroso rammentare che il maltrattamento d’animali è un reato previsto dall’articolo 544-ter del codice penale.

La norma recita: “Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche è punito con la reclusione da 3 mesi a 18 mesi o con la multa da 5 000 euro a 30 000 euro. La stessa pena si applica a chiunque somministra agli animali sostanze stupefacenti o vietate ovvero li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi. La pena è aumentata della metà se dai fatti dei quali al comma uno deriva la morte dell’animale”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×