14 novembre 2019

Vittorio Veneto

LA GINNASTICA ARTISTICA? ROBA DA UOMINI

Il vittoriese Paolo Toffol ha ottenuto il quinto miglior punteggio ai Campionati Italiani di Fiuggi

| commenti | (1) |

| commenti | (1) |

Vittorio Veneto - La carrellata di “enfantes prodiges” nostrani continua con Paolo Toffol, diciassette anni, reduce dalla quarta liceo scientifico.

Questo “Billy Elliot” vittoriese è stato l’unico allievo di un gruppo tutto femminile di ginnastica artistica. Il ragazzo si è appassionato a questa disciplina cinque anni fa, stregato dal fascino dell’acrobazia e osservando le performances di Cassina e Juri Chechi, il “signore degli anelli”. Da allora, costanza, abilità e passione lo hanno portato a ottenere il quinto miglior punteggio ai Campionati Italiani di Fiuggi, confrontandosi con atleti provenienti da società ginniche superiori per tradizione e attrezzature a disposizione.

Ma le parallele e il trampolino non sono l’unica passione dell’eclettico ragazzo che, oltre ad andare benissimo a scuola, suona il sax nell’Orchestra Filarmonica di Conegliano e sogna di diventare medico. Nessuna passione “malsana”(tipo play station, shopping, bevute in compagnia) a mitigare tanta perfezione? Ebbene sì: Paolo trova il tempo anche per happy hour, gite in bici, uscite con gli amici, il segreto è solo uno: sapersi organizzare!

Durante il tuo primo corso di ginnastica artistica eri l’unico ragazzo…Ti sei trovato a disagio o “beato tra le donne”?
“ Sono stato bene, anche questo ha i suoi vantaggi…”

Sei mai stato oggetto di derisione da parte di altri ragazzi?
“No, semmai confondevano la ginnastica artistica con la danza, cosa totalmente diversa”

Il queste zone non c’è una grande tradizione in questa disciplina vero?
“Direi proprio di no. Qui mi sento un pioniere di questa attività: mancano la tradizione e anche le attrezzature…Gli emblematici anelli, ad esempio, non ci sono”

Gli insegnanti?
“Manca la figura maschile, ma io devo tutto alle mie insegnanti, soprattutto a Valentina Gemignani; ci sono stati momenti in cui, trovandomi solo, forse avrei mollato, ma lei mi ha spronato ad andare avanti e per questo la ringrazio”

E a Fiuggi? Un trionfo…
“Giornata da incorniciare, questo 30 giugno, per la nostra società ginnica, per me ed i miei insegnanti. La soddisfazione è stata tanta perché, dopo aver vinto la fase regionale, mi sono cimentato con atleti di calibro che provenivano da grosse realtà sportive”

Che valore aggiunto dà lo sport alla vita di una persona?
“Oltre al benessere fisico, si sviluppano lo spirito di squadra e il cameratismo, valori molto importanti a livello umano”

Raccontami, invece, del sax…come mai hai scelto questo strumento?
“Non lo so di preciso, mi piaceva l’idea e si è rivelata una scelta azzeccata”

Certo che quando tu decidi di fare una cosa…la fai alla grande: da una passione alla Filarmonica di Conegliano!
“Sono uno che si impegna! Nell’orchestra mi trovo benissimo: c’è grande affiatamento”

Eccelli anche a scuola, come riesci a conciliare tante attività?
“Ho la media dell’otto…è solo questione di sapersi organizzare, si può fare tutto”

E da grande cosa pensi di fare? L’atleta o il musicista?
“Nessuno dei due! Vorrei studiare medicina, ma continuerò a coltivare le mie due passioni”

Altre prospettive?
“Viaggiare, conoscere le lingue, gente nuova, è importante aprire la mente e gli orizzonti…”

Barbara Carrer

Nelle foto: Paolo Toffol, mentre volteggia e durante un concerto con la Filarmonica di Conegliano


 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×