26/09/2017sereno

27/09/2017quasi sereno

28/09/2017velature sparse

26 settembre 2017

Ambiente

Gli italiani preferiscono l'auto, solo il 9,1% sceglie i mezzi pubblici.

AdnKronos | commenti |

Roma, 17 mag. - (AdnKronos) - Il 79% della popolazione si muove durante la settimana: il tempo medio per ogni spostamento è di circa 1 ora, si effettuano 2,68 tratte al giorno e si percorrono quotidianamente 36 km. Ma qual è il mezzo più utilizzato? Chi per comodità, chi per sicurezza, ma ben il 69% sceglie l’auto, preferendola nettamente ai mezzi pubblici (indicato solo dal 9,1%) e alla bicicletta (3,5%). Sono questi alcuni dei dati emersi dalle ultime rilevazioni dell’Osservatorio Compass presentato in occasione della partecipazione all’Automotive Dealer Day in corso a Verona fino al 18 maggio 2017.

C’è invece chi non rinuncia ai benefici del movimento inteso anche come attività fisica, preferendo piuttosto camminare (15,1%). La bicicletta, nonostante stia prendendo sempre più piede nel nostro Paese, è utilizzata solo dal 3,5% degli italiani. Quali sono invece i principali fattori che influenzano l’acquisto di un’auto o di una moto? Caratteristica fondamentale è il risparmio, che per circa un italiano su due (49%) rimane la leva più importante. Anche i bassi consumi orientano la scelta (24%), ma per quasi tre italiani su dieci (28%) sono determinanti lo stile e l’estetica.

Quello dell’automotive è un settore che sta vivendo un momento positivo, come dimostra l’incremento nel 2016 dei finanziamenti erogati, aumentati di ben il 22% rispetto al 2015, che hanno raggiunto i 14,1 miliardi di euro. La media degli importi finanziati tramite venditori convenzionati è di 11.750 euro, contro i 2.394 dell’arredamento e gli 888 dell’elettronica. Senza la possibilità di dilazionare i pagamenti, solo il 22% avrebbe effettuato comunque l’acquisto mentre ben il 56,4% dei clienti avrebbe rinunciato a effettuare la spesa e il 21,6% lo avrebbe rimandato.

 



AdnKronos

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×