20 settembre 2019

Conegliano

"Gli ospedali di Conegliano e Vittorio potenziati con le nuove schede ospedaliere"

Sono state illustrate oggi dal direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi

commenti |

CONEGLIANO - Il direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi, ha illustrato oggi, assieme al direttore sanitario Marco Cadamuro Morgante e ai direttori di ospedale (Stefano Formentini per Treviso e Oderzo, Michelangelo Salemi per Conegliano e Vittorio Veneto, Giuseppe Toffolon per Castelfranco e Montebelluna) le nuove schede ospedaliere con riferimento all’Ulss 2 Marca trevigiana.

 

Tra le novità più importanti illustrate nel corso della conferenza stampa l’attivazione di 7 ospedali di Comunità, il potenziamento del Suem, l’avvio di due Pronto Soccorso dedicati al Ca’ Foncello, il potenziamento del Dipartimento “testa collo” all’ospedale di Vittorio Veneto. Il neonato dipartimento “testa collo”, già Centro di riferimento regionale per il tumore alla laringe con attrazione a livello regionale, sarà potenziato con l’arrivo della Uosd di chirurgia maxillo facciale.

 

Previsto anche il potenziamento del Polo aziendale di week e day surgery (l’obiettivo è di passare dai 400 interventi del 2018 a circa 1.000 interventi). Saranno inoltre attivati 4 posti di terapia intensiva.

 

A Conegliano, invece, oltre al mantenimento di tutte le attuali attività, è previsto l’aumento dei posti letto della terapia intensiva cardiologica (da 8 a 10). L’unità operativa di cardiologia di Conegliano diventa inoltre centro di riferimento per l’elettrofisiologia. Ortopedia diventa centro di riferimento di zona per la traumatologia. Al Santa Maria dei Battuti Sarà attivata una Uosd di chirurgia vascolare che farà riferimento al dipartimento di Treviso.

 

Per quanto riguarda gli ospedali di Comunità, invece, a livello aziendale ne sono previsti 7. I primi ad essere attivati, ha annunciato Benazzi, saranno Treviso, Conegliano e Castelfranco che prenderanno il via tra il 2019 e i primi mesi del 2020. A Treviso e Castelfranco sono previsti 30 posti letto, a Conegliano 24. In un secondo tempo saranno attivati Motta di Livenza, Vittorio Veneto e Montebelluna (entrambi con 30 posti letto) e Oderzo con 24.

 

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×