19/01/2018quasi sereno

20/01/2018variabile

21/01/2018sereno

19 gennaio 2018

Esteri

Gran finale per il 27° trofeo di tennis di Croazia.

Paolo Lorenzi si piazza al secondo posto

Pietro Panzarino - Vicedirettore | commenti |

UMAGO - In una splendida cornice di pubblico e una scenografia scoppiettante per i fuochi d'artificio, si è conclusa la  27 edizione della Plava Laguna Croatia Open, il torneo internazionale di tennis.

Interessante e molto seguita la pattuglia italiana.

Nella finale di ieri sera, Paolo Lorenzi ha sfidato il russo  Andrej Rublev, che già nei quarti aveva eliminato Fabio Fognini, e che in tutto il torneo si era guadagnato il ruolo della rivelazione dell'anno.

Invece, Lorenzi nella semifinale aveva avuto la meglio su Alessandro Giannessi durante una gara  durata più di due ore e mezza su tre set. Già durante la semifinale Lorenzi aveva accusato problemi fisici, a tal punto da richiedere l'intervento del fisiatra.

Sin dalle prime battute, è apparso evidente che non ci sarebbe stata partita.

Dopo il primo game vinto da Lorenzi, Rublev  ha inanellato 4 game consecutivi e in poco più di mezz'ora ha chiuso il set per 6 a 4.

Anche il secondo set si è trascinato, dopo alcuni giochi in cui Lorenzi è stato competitivo.

 Dopo il 2 a 2, Rublev ha completato la gara, vincendo il secondo set per 6 a 2.

Al vincitore sono andati 85.000 euri e 45.000 al secondo.

Subito dopo si è svolta la premiazione ufficiale, durante la quale con grande fair play dapprima Lorenzi si è congratulato con Rublev, che subito dopo ha ricambiato la stima nei confronti di Lorenzi.

Sabato sera, invece, si era conclusa la finale del doppio, vinto dalla coppia argentina Duran e Molteni sui fratelli croati Draganja.

pietro.panzarino@oggitreviso.it 

 



foto dell'autore

Pietro Panzarino - Vicedirettore

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.927

Anno XXXVII n° 1 / 18 gennaio 2018

LUDOVICO GIRARDELLO

Il giovanissimo attore vittoriese - protagonista de “Il ragazzo invisibile. Seconda generazione” di Gabriele Salvatores - racconta qualcosa di sè. Della città in cui vive (definita da Mymovies “piccolo paesino in provincia di Treviso”). Delle sue passioni. Omettendo (vedi la classe?) nome e cognome della fidanzata

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×