24/02/2017pioviggine

25/02/2017sereno

26/02/2017velature sparse

24 febbraio 2017

La griglia di Rosberg, Red Bull anti-Mercedes e Ferrari lontana.

Altri Sport

Montecarlo, 13 feb. - (AdnKronos) - La Mercedes in pole per il titolo e la Red Bull principale minaccia, mentre per la Ferrari "la strada è ancora lunga". E' la griglia di partenza del Mondiale 2017 di Formula 1 secondo Nico Rosberg. Il tedesco si è ritirato pochi giorni dopo avere coronato il suo sogno iridato e ora si appresta a vivere la sua prima stagione da spettatore. La Mercedes ha puntato su Valtteri Bottas per sostituirlo, ma il finlandese dovrà fare i conti con la voglia di riscatto del suo nuovo compagno di squadra Lewis Hamilton. Ed è proprio dalla nuova line-up e dalle ambizioni del team iridato che parte l'analisi di Rosberg, 'padrone di casa' a Montecarlo in occasione dei Laureus World Sports Awards, la notte degli Oscar dello sport che andrà in scena domani.

"La Mercedes è un team incredibile, finora il migliore, e ha ottime possibilità di essere davanti anche il prossimo anno. Ma ora bisogna ripartire da zero con la macchina per via delle nuove regole e nessuno può prevedere come andranno le cose, quindi sarà una stagione interessante", dice in conferenza il tedesco, ambasciatore Laureus e in lizza per il premio come rivelazione dell'anno.

La sua eredità potrà essere subito raccolta da Bottas? Rosberg frena: "E' un pilota con un grande talento e la Mercedes gli darà un'ottima macchina, ma non sarà facile per lui in un nuovo team e con un compagno di squadra fortissimo come Lewis. Io comunque sarò neutrale, non rivelerò i segreti di Hamilton", dice abbozzando un sorriso. In ogni caso, Rosberg non si aspetta un dominio incontrastato della Mercedes.

"Tanti team avranno una grande opportunità con le nuove regole, a cominciare dalla Red Bull con Ricciardo e Verstappen. Non dimentichiamoci che il connubio fra Adrian Newey (direttore tecnico della Red Bull, ndr) e le nuove regole è sempre stato incredibile, quindi sarà interessante vederli all'opera". E la Ferrari? Secondo Rosberg "è ancora lunga la strada" che dovrà fare la Rossa per tornare a vincere il Mondiale.

 



Commenta questo articolo


Le società Sportive


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Otto casi di meningite nella provincia di Treviso. Sei preoccupato?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.907

Anno XXXVI n° 3 / 16 febbraio 2017

CARLO E COSETTA: UNA VITA CHE E' (QUASI) POESIA

Zarlatàn (de Zèneda) e (quasi) poeta. Carlo se la ride sotto i versi. Nonostante la...censura. Ha iniziato a scrivere versi per “salvarsi”. Ma anche perché, sin da bambino, provava una simpatia particolare per la poesia, che riusciva a imparare a memoria senza fatica. Col tempo, Carlo Piasentin ha fatto di un impulso giocoso una passione fondamentale. Eppure, in casa, ha sempre avuto un giudice severissimo: la moglie Cosetta. Che - ma questa è pura chiacchiera da salotto - lo ha sposato...per allegria

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×