24/10/2017sereno

25/10/2017velature sparse

26/10/2017sereno con veli

24 ottobre 2017

Economia e Finanza

Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, utile netto di 131 milioni euro

I risultati del primo semestre 2017, "continui investimenti a sostegno della digitalizzazione e dello sviluppo"

commenti |

Si attesta a quota 131 milioni di euro l’utile netto di Crédit Agricole in Italia nel primo semestre del 2016, in crescita del 7% rispetto allo stesso periodo del 2016.

Il Gruppo Crédit Agricole in Italia ha registrato sempre da gennaio a giugno 2017, un risultato netto di competenza pari a 293 milioni di euro, in crescita del 24% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con un risultato netto aggregato gestionale di 456 milioni di euro, grazie a un sempre maggiore coordinamento sinergico tra le diverse linee di business del gruppo. In crescita del 4% anche i ricavi, che salgono a 1,6 miliardi di euro e il totale degli impieghi che raggiunge i 62,4 miliardi di euro. Il totale dei depositi e fondi clienti si attesta a oltre 130 miliardi di euro, considerando anche gli asset under management e l’attività di banca depositaria.

Il Gruppo è composto, oltre che dal Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, anche dalle società di Corporate e Investment Banking (CACIB), Credito al Consumo (Agos, FCA Bank), Leasing e Factoring (Crédit Agricole Leasing e Crédit Agricole Eurofactor), Asset Management e Asset Services (Amundi, CACEIS), Assicurazioni (Crédit Agricole Vita, Crédit Agricole Assicurazioni, Crédit Agricole Creditor Insurance) e Wealth Management (CA Indosuez WM e CA Indosuez Fiduciaria).

Continua il costante supporto alle famiglie con l’importante crescita del comparto mutui casa (nuova produzione +7% a/a) e dei volumi intermediati di credito al consumo (+33% a/a). Il sostegno all’economia si conferma a ottimi livelli con finanziamenti alle imprese in crescita del +6% a/a, con particolare attenzione ai segmenti chiave per il gruppo, come l’Agri-Agro.

Sviluppo del risparmio gestito con nuovi collocamenti in crescita (+28% a/a), grazie anche alla spinta su nuovi prodotti come i Piani Indivduali di Risparmio e al contributo della nuova rete di promotori finanziari. In linea con quanto previsto dal Piano Industriale 2016-19 proseguono gli investimenti a supporto del business, dell’evoluzione digitale e delle persone.

Il Gruppo Crédit Agricole sta infatti lavorando anche sulla tasformazione della rete fisica - con oltre il 35% della rete che ha già adottato il modello di filiale evoluta con strumenti digitali per ampliare i servizi per la clientela; sviluppo del personale attraverso la formazione e la realizzazione di iniziative volte al miglioramento del worklife balance, come ad esempio lo smart working ed il rinnovamento degli spazi lavorativi attraverso progetti immobiliari in corso di realizzazione, finalizzati a razionalizzare le sedi del Gruppo e studiati per rispondere a nuove esigenze e abitudini lavorative.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×