08 dicembre 2019

Vittorio Veneto

"IMMAGINI IN MOVIMENTO", PARTE LA RASSEGNA DELL'ASSOCIAZIONE "400 COLPI"

Da Vittorio Veneto a Conegliano a Oderzo, il cinema è dedicato ai ragazzi. Stasera al Verdi il film "The New Man"

| commenti |

| commenti |

Pellicole selezionate da diversi festival cinematografici internazionali e temi forti, che esplorano problematiche sociali e interculturali ma anche situazioni quotidiane vissute da bambini, ragazzi e adulti.

“Immagini in movimento” è la nuova rassegna cinematografica curata dalla neotata associazione “400 colpi” di Vittorio Veneto. Il progetto porta avanti la tradizionale attività di cineforum per ragazzi iniziata 13 anni fa ed è attuato in collaborazione con Regione Veneto, comuni di Vittorio Veneto, Oderzo e Conegliano, Spazio Mavv, Fondazione della Mostra dell’Illustrazione di Sarmede e Cinemotion srl.

La rassegna coinvolge in primo luogo le scuole e i ragazzi: i film sono suddivisi per fasce d’età e presentati in lingua originale, con traduzione simultanea in sala. Le proiezioni saranno precedute da una presentazione del regista, dell’attore, del produttore o di un esperto, e poi seguirà un dibattito. Anche il grande pubblico avrà la possibilità di godersi le pellicole proposte: ogni mercoledì il Cinema Verdi di Vittorio Veneto riserverà una sala alla proiezione di un film della rassegna.

Il primo film è stato proiettato stamattina al Cinema Cristallo di Oderzo, mentre stasera alle 21.30 è in programma al Cinema Verdi di Vittorio Veneto (che lo riproporrà in replica il 20 febbraio alle 9.30). Si tratta di una pellicola finnico-svedese, “The new man” di Klaus Haro (2007), che ha vinto il Gran Premio della Giuria alla 10a edizione del “Shanghai International Film Festival” (nel giugno 2007): ambientato in Svezia nel 1951, il film narra la storia di Gertrud, una ragazza di poverissima famiglia prelevata dal governo e costretta a vivere chiusa in un manicomio, un ricovero per giovani donne povere, spinte alla sterilizzazione per evitare una prole destinata a un’esistenza misera. Il regista denuncia le pratiche eugenetiche in uso nei paesi scandinavi fino agli anni ‘70.

Segue “Vitus” (2003) dello svizzero Fredi M. Murer, storia di un piccolo genio che ha un udito straordinario, suona perfettamente il pianoforte ed è in grado di apprendere qualunque argomento dalle enciclopedie, con il sogno di riuscire a volare. Sarà proiettato il 3 marzo alle 9.30 al Cinema Melies di Conegliano, il 4 marzo alle 9.30 al Cinema Cristallo di Oderzo e alle 21.30 al Verdi di Vittorio Veneto, il 6 marzo alle 9.30 ancora al Verdi.
Gli altri film in programma sono: “Mineurs” di Fulvio Wetzl (Italia 2007), “Tales of the Riverbank” di John Henderson (Gran Bretagna 2008), “Someone to Run With” di Oded Davidoff (Israele 2006), “Il cavaliere inesistente” di Pino Zac (Italia 1970), “The Seven of Daran The Battle of Pareo Rock” di Lourens Blok (Olanda 2008).

Cinzia Agrizzi

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×