22 ottobre 2019

Politica

Immigrati, Renzi: "Basta strumentalizzazioni, il problema è in Libia"

commenti |

commenti |

Basta strumentalizzare le tragedie dell'immigrazione, il problema non si risolve evocando Mare Nostrum Triton ma risolvendo la situazione interna alla Libia. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi invita a intervenire su quella che considera la causa vera per evitare che il Mediteranneo continui ad essere un cimitero ed indirettamente replica anche al suo predecessore Enrico Letta, che in giornata aveva lanciato l'hashtag "#RipristinareMareNostrum", aggiungendo: "Che gli altri Paesi europei lo vogliano oppure no. Che faccia perdere voti oppure no". Subito seguito da un altro predecessore di Renzi, l'ex segretario del Pd, Pier Luigi Bersani: "da sotto il mare ci chiedono dove sia finita la nostra umanità".

"Chi sale su questi gommoni -afferma il premier- lo fa per scappare da situazioni di povertà, fame, guerra quindi innanzi tutto dolore e solidarietà per le vittime. Poi, è spiacevole utilizzare certe vicende per strumentalizzare in modo cinico quello che accade, da destra e da sinistra. Se guardiamo ai dati, non è che con Mare nostrum non si moriva e adesso si muore. Chi pone il problema Mare Nostrum o Triton è come quello che guarda al dito e non alla luna. Se vogliamo mettere fine al Mediterraneo come cimitero la priorità è risolvere il problema in Libia fuori controllo".

Al premier replica da Forza Italia Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato. "Adesso anche Renzi scopre che il problema immigrati va risolto in Libia. Chiedano allora tutti scusa a Berlusconi, l'unico che ha sempre considerato sbagliata la guerra in Libia perché avrebbe portato al caos attuale. Fu l'unico che con la realpolitik stabilì accordi con Gheddafi grazie ai quali si interruppero gli sbarchi sulle nostre coste".

 

 

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×