27/05/2019pioggia debole

28/05/2019pioggia debole

29/05/2019pioggia

27 maggio 2019

Volley

Imoco Campione d'Italia

Conegliano si conferma tricolore contro Novara. In un Palaverde da tutto esaurito finisce 3-2 per le ragazze di coach Santarelli

Volley

una fase di gioco di stasera (foto Imoco volley)

TREVISO - Imoco nella storia: rivince lo scudetto a un anno di distanza grazie a una partita incredibile. E chiude la serie con un solo un set al passivo.

Uno scudetto strameritato per quanto fatto vedere nel corso della stagione. La squadra di coach Santarelli ha dato la sensazione di essere sempre stata in crescita. E proprio nel playoff è stata più che mai la compagine da battere. 

Nella prima frazione Conegliano ha fatto vedere grande concretezza, coinquistando parecchi punti in ricezione (82%). Nonostante una Enogu davvero pericolosa, il muro locale ha fatto vedere cose egrege, tra l'altro sbagliando quasi nulla al servizio. Sul 20-11 non c'è più storia. 

Seconda frazione. Come è lecito aspettarsi da una squadra della caratura di Novara, il match in questa fase è più equilibrato. Novara tenta di scappare (5-7). Ma le Pantere non mollano di niente e riacciuffano il pareggio sul 9-9. 

La gara scorre spettacolare e Novara prova ancora ad allungare (11-13) ma le Pantere si tengono sempre a distanza di sicurezza, ritrovando il pareggio sul 13-13.

E allora l'imoco rimette il naso avanti (14-13) provando a sfiancare le avversarie tenendo alto il ritmo. Kim Hill poi prova ad allungare mettendo a terra la palla del 16-14. 

Verso l'ultima parte di set un paio di errori tecnici delle locali rimette la situazione in parità sul 19-19. Con un ace sporco Novara va 21-22 e Santarelli chiama il time. Il 22 pari è solo temporaneo perché una monumentale Paola Egonu porta a casa quasi da sola il set del pareggio, il primo della serie per Novara. 

Terzo set. Conegliano prova subito a scappare sul 3-1 e poi sul 4-2 grazie a una bordata di Miriam Silla. Il 6-3 lo mette a terra Anna Danesi che dopo un secondo set sotto tono comincia a crescere con il passare dei minuti. 

Sull'8-4 Imoco, Paola Egonu, sempre lei, tiene a galla Novara che però commentte un errore in ricezione e regala il nono punto alle avversarie. E anche quando si gioca a viso aperto, Miriam Silla trova il punto dell'11-5 che spezza, di fatto, l'equilibrio in campo. E puntuialmente sul 12-5 il coach piemontese Barbolini chiama tempo. 

Miriam Silla sale in cattedra e porta la sua squadra sul 14-7. l'Imoco va addirittura 19-8 perchè Novara si disunisce e ora Egonu inizia a sbagliare qualcosa. 

In difesa l'Imoco, specie con Moki De Gennaro, le prende tutte. E se Novara soffre, per conegliano è solo questione di tempo: si va sul 2-1 quasi in scioltezza. 

Quarto set. La frazione comincia in equilibrio. Sul 3-3 gran conclusione di Fabris che riporta in vantaggio le Pantere.  Ma il doppio errore di Anna Danesi porta Novara sul 6-8. Sull'attacco di Francesca Piccinini Novara va 7-10 e questa volta è Santarelli a fermare tutto e a riordinare le idee delle gialloblù.

Miriam Silla tira fuori e sull'11-16 è massimo vantaggio Novara della serata. Nell'azione successiva la stessa Silla si prende la rivincita con un muro spettacolare su Egonu. Ma è un fuoco di Paglia perchè Egonu torna in cattedra e porta la sua squadra sul 14-21 che di fatto porta la gara al tiebreak. 

Tiebrak. Novara parte a razzo e si va 5-8 al cambio campo. Errore di Egonu e si va 7-8. Poi grande muro di Danesi che tiene in vita le Pantere (8-9) che poi pareggiano. Egonu, sempre lei, porta novara sul 9-10. 

Gara tesissima. Fabris tiene il punteggio sul 13-13. Poi Egonu manda fuori: è scudetto Conegliano.

Coach Daniele Santarelli: «Partita di grande sofferenza, avanti 2-1 loro sono state brave a riacciuffarre il match. Ad un certo punto nel tiebreak non eravamo i favoriti. Abbiamo avuto dei cali di concentrazione ma le ragazze sono state bravissime e hanno concuistato la gara in maniera meritata». 

Rapha Folie: «C'è più gusto a vincere così. Eravamo avanti ma loro sono cresciute. Sono orgogliosa di far parte di questo gruppo. Abbiaom giocato tutto l'anno come collettivo e questi sono ri risultati». 

Miriam Silla: «Qualcuno lassù sarà orgogliosa di me (la mamma, nda) e per me questo vale più di tutto. Ora tocca alla Champions, ma prima godiamoci questo scudetto». 

E inizia la festa per Conegliano che conquista per il secondo anno consecutivo lo scudetto (il terzo della sua storia). E ora ha l'obiettivo della finale di Berlino dove proverà a conquistare anche la Champions League.

 
Tra il pubblico anche uno striscione per Marco Guerrato, il giornalista mancato qualche giorno fa e tifosissimo dell'Imoco Volley.

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-2 
(25-16 23-25 25-11 20-25 15-13)
 

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Sylla 12, Danesi 3, Fabris 22, Hill 19, De Kruijf 12, Wolosz, De Gennaro (L), Tirozzi 1, Fersino 1, Lowe 1, Folie 1, Bechis. Non entrate: Rodriguez, Moretto. All. Santarelli.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Bartsch 10, Veljkovic 8, Egonu 33, Piccinini 4, Chirichella 5, Carlini 1, Sansonna (L), Plak 1, Nizetich, Zannoni, Camera. Non entrate: Bici, Stufi. All. Barbolini.
ARBITRI: Vagni, Zavater.
NOTE – Spettatori: 5344, Durata set: 22′, 27′, 21′, 27′, 19′; Tot: 116′.


La festa

La premiazione

Le interviste

 

Altri Eventi nella categoria Volley

Volley

Primo tassello per il roster che l'anno prossimo andrà a caccia di Scudetto e Champions League

Le Pantere confermano coach Santarelli

CONEGLIANO - Parte dalla conferma di coach Daniele Santarelli la costruzione della squadra e del gruppo di lavoro dell’Imoco Volley 2019/20.

Volley

A Berlino, nella Superfinal di Champions League, le Pantere perdono 1-3 nel derby tutto italiano contro Novara

Imoco, sfuma il sogno europeo

BERLINO - Continua la maledizione Champions, le Pantere poco fa a Berlino hanno perduto la finale contro Novara. 

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×