19/07/2018sereno

20/07/2018possibile temporale

21/07/2018possibile temporale

19 luglio 2018

Volley

Imoco a un passo dalla finale scudetto

Al Palaverde nella semifinale di garadue playoff contro Scandicci finisce 3-1: match point martedì a Montecatini

Volley

Imoco batte Scandicci anche al Palaverde

TREVISO - Gara2 della semifinale play off tra Imoco e Scandicci nella cornice del Palaverde: l’inizio è tutto dedicato al doveroso minuto di silenzio dedicato all’improvvisa scomparsa di Gualtiero Santarelli, papà del coach dell’Imoco Volley.

La squadra delle Pantere dopo il caldo e commosso abbraccio a Daniele Santarelli tributato assieme a tutto il Palaverde, scende in campo con il consueto sestetto, quello che mercoledì ha conquistato la qualificazione alla Final Four di Champions League a Kazan: Wolosz-Fabris, Danesi-Folie, Hill-Bricio, libero De Gennaro. Risponde la Savino del Bene con Carlini-Haak, Arrighetti-Adenizia, Bosetti-De La Cruz, libero Merlo.

Primo set con le due squadre un po’ contratte che si “studiano” in fase di avvio, commettendo entrambe qualche errore di misura. Il primo minibreak è di Samanta Fabris, in grande spolvero, per il 7-5. Ma Scandicci non ci sta e pareggia subito e sorpassa (7-8) con Haak e Adenizia (100% in attacco nel set per la brasiliana). Ora è Haak (5 punti nel set) a prendere il proscenio, sua la pipe del +2 (9-11) e sul successivo errore gialloblù coach Santarelli chiama time out. Le Pantere lasciano scappare Scandicci (9-13), ma Bricio riduce il gap da seconda linea. Gli scambi si allungano, e in questa fase la potenza di De La Cruz e Haak fa la differenza, sono loro a trascinare Scandicci al +6 (11-17). I guizzi in attacco di Folie e i muri (3 nel set) di capitan Wolosz tengono l’Imoco a -6 (15-21), ma le Pantere non riescono a fare male con il servizio (ci prova senza successo anche Nicoletti) e le toscane senza soffrire si aggiudicano il primo set 17-25.

Anche nel secondo set l’Imoco Volly prende il primo break (5-3), ma stavolta riesce ad insistere e ad alzare il ritmo, con Raphaela Folie che mostra i muscoli, alza la saracinesca e piazza tre muri in fila (4 in totale nel set!) per far scappare le Pantere fino al 12-5 che infiamma i 4.631 del Palaverde, in delirio per i “blocks” vincenti dell’altoatesina. Le battute micidiali di Samy Bricio e i contrattacchi chirurgici di Kim Hill mandano l’Imoco al +8 (14-6). Time out di coach Parisi che inserisce Di Iulio al palleggio e Papa per Bosetti.

Ma continua la fuga gialloblù, condita da un altro ace di Bricio. Papa risponde e piazza un ace per il -7 toscano (15-8), ma la squadra gialloblù non si scompone e una Hill ancora essenziale non sbaglia (18-10). Ma Scandicci non molla e approfitta di un black out di Conegliano e con i cambi (dentro anche Bianchini per De la Cruz) si riavvicina fino al 19-15. L’Imoco va a strappi e subisce la pressione di Haak e compagne, rischiando qualcosa, ma l’attacco di Scandicci (23%) è spuntato e ancora Hill (7 punti nel set con un grane 87% in attacco) sale di tono, sua la doppietta che ricaccia indietro le toscane per il 23-17. Chiude Fabris per il 25-19 che pareggia il conto.

Terzo set: ancora il muro di una Folie sempre più nel vivo del gioco ricuce subito il tentativo di fuga di Bosetti e compagne in avvio. Scandicci risponde con il muro dell’ex Arrighetti (4-6), ma in un duello tutto italiano al centro risponde in primo tempo ancora una scatenata Folie che oltre al muro viaggia su altissime percentuali anche in attacco. Wolosz, che proprio oggi compie 28 anni, accelera il gioco e la Savino del Bene soffre, l’Imoco sorpassa 7-6 e time out di coach Parisi. Ma l’Imoco non si ferma, trascinata dal suo pubblico e dalle combinazioni Wolosz-Fabris prende il largo (10-6).

Pantere aggressive in battuta e intense in difesa, Di Iulio in regia per Scandicci prova a dare sprint al gioco toscano, ma ancora Folie imperversa al centro, poi Wolosz inventa per Bricio (80% in attacco per la messicana) e Conegliano resta a +4 (12-8).

Da lì l’Imoco prende nuovamente in mano di prepotenza le redini dell’incontro, con un ritmo di gioco altissimo che Scandicci fatica a contenere. Fabris prima, poi la”solita” Folie (7 punti nel set con il 100% in attacco e 3 muri!) a muro scavano un solco incolmabile: 22-13 e nonostante i cambi dalla panchina la squadra ospite deve cedere (c’è anche un ace di Cella nel finale) 25-16 con la botta finale di Fabris. Imoco avanti 2-1.

Quarto set, coach Parisi conferma Di Iulio al palleggio assieme alle titolari per provare la rimonta, c’è Melandri per Danesi nello scacchiere di casa. Un turno iniziale di battuta di Samy Bricio manda già Conegliano avanti 2-0. Ora è la battuta l’arma che lancia avanti Conegliano, ace di Fabris per il 5-2. Un muro di Laura Melandri lancia ancora avanti le Pantere di casa (7-3) e Scandicci chiama time out. Ancora Melandri su assist al bacio di Wolosz piazza il colpo dell’8-5, e Di Iulio si affida all’unica attaccante che le dà soddisfazione, la giovane Haak per tenere le ospiti in careggiata. Muro di capitan Wolosz e Imoco a +4 (10-6). La grinta di capitan Arrighetti tiene viva Scandicci, suo il muro del -2 (11-9), ma Hill risponde subito con il “mani e fuori”. Moki De Gennaro fa miracoli in difesa, Folie insiste (15 punti, 70% in attacco, 7 muri, MVP!), Bricio fa il resto con una pipe delle sue e l’Imoco resta avanti (13-10).

La Savino del Bene pur non giocando in maniera fluida si aggrappa ad Haak e alla sua difesa per tenersi in partita, arriva a -1 (15-14), ma spreca l’aggancio con un errore di De La Cruz sotto rete. Rientra Carlini, ma Kim Hill (grande partita da 18 punti con il 53% in attacco) va in cielo per murare Haak e Conegliano torna a +3 (1815). Bricio difende, Fabris (22 punti, 48%) attacca e le due “Sam” di casa confezionano il 19-15 che costringe le toscane a un altro time out. Ancora Bricio s..briciola la ricezione ospite, ace per il 20-15.

L’Imoco sembra avere un altro passo, marcia spedita con Hill e Fabris sicurezze in attacco e chiude la partita con il 25-19 finale. Ora Conegliano avanti 2-0 nella serie e martedì avrà il match point per la finalissima.

Con tre “match point” per la squalificazione alla Finale Scudetto sulla racchetta, ora l’Imoco martedì sarà a Montecatini per gara3 in casa di Scandicci con la prima occasione di chiudere i giochi.

IMOCO CONEGLIANO – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 3-1
(17-25,25-19,25-16,25-19)


Imoco: Bricio 13,Hill 18,Fabris 22,Cella 1,Wolosz 2,De Gennaro,Fiori,Danesi 1,Folie 15,Nicoletti, Melandri 3, Bechis ne,Lee ne. All.Santarelli
Savino: Merlo, De La Cruz 10,Arrighetti 8,Adenizia ,Bosetti 6,Haak 15,Bianchini 1,Di Iulio,Carlini 1,Mancini ne,Papa 5,Samadova ne,Ferrara.All.Parisi
Arbitri: Cappello e Tanasi
Durata set:24′,25′,24′,26′
Spettatori: 4631
Note: battute sbagliate Imoco 13,Scandicci 10; aces:6-4;muri 12-6;errori punto:10-7;MVP: Folie

Foto Gregolin

FONTE: IMOCOVOLLEY.IT

 

Altri Eventi nella categoria Volley

In 120 all'Imoco Camp di Brunico
In 120 all'Imoco Camp di Brunico

Volley

Le giovani atlete svolgono gli allenamenti presso il Campus e oltre al lavoro tecnico di specializzazione partecipano a gite in zona

In 120 all'Imoco Camp di Brunico

BRUNICO (BOLZANO) - Dopo le tre settimane di camp Imoco Volley a Fo1igno e Bibione, 120 ragazze da tutta Italia dai 12 ai 17 anni si stanno allenando per due settimane nella meravigliosa cornice dolomitica di Brunico (Bz) nell’ambito dell’IMOCO Volley Mastercamp 2018.

la presentazione della nuova maglia
la presentazione della nuova maglia

Volley

La Tinet di Oderzo sarà main sponsor della neopromossa Volley Prata nella nuova avventura in Serie A

Azienda opitergina protagonista nei palazzetti dell'A2

ODERZO - La Tinet di Oderzo sponsorizza il Prata Volley, formazione neopromossa in serie A2 uomini di pallavolo. L´ufficialità è arrivata in questi giorni.

Volley Cessalto
Volley Cessalto

Volley

Diversi i traguardi raggiunti nel triennio che ha segnato la rinascita societaria

Stagione da incorniciare per il Volley Cessalto

CESSALTO - Stagione di successi per il Volley Cessalto. L'associazione, rinata con una nuova gestione nell’agosto 2015, è passata dai 60 tesserati iniziali ai 150 attuali sotto la guida del presidente Giuliano Zancoli.

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.939

Anno XXXVII n° 13 / 5 luglio 2018

MOLLO TUTTO E VADO A VIVERE NELLA FORESTA

Christian Corrocher ha lasciato Conegliano, sua città natale, per andare a vivere nella foresta Amazzonica. Per anni ha mangiato solo pesce e yucca ed è vissuto senza elettricità, né acqua corrente. Questa è la sua storia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×