24/06/2019sereno

25/06/2019sereno

26/06/2019sereno

24 giugno 2019

Castelfranco

Imprese edili evadono 6 milioni di euro

4 aziende, un'unica famiglia: frode su Cig, lavoratori in nero, contributi non versati

commenti | (2) |

CASTELFRANCO - La guardia di Finanza di Treviso ha scoperto, durante un controllo a quattro società operanti nel settore edile gestite dallo stesso nucleo familiare, un'evasione fiscale da sei milioni di euro, Iva dovuta per 600.000 euro, Irap non versata per 130.000 euro, ritenute d'imposta non operate per 195.000 euro, oltre all'impiego di 143 lavoratori irregolari e 8 operai completamente in nero.

 

In particolare i militari della Tenenza di Castelfranco Veneto, hanno accertato che due delle quattro società, che costantemente facevano ricorso ad ammortizzatori sociali, hanno occultato negli anni 2010 e 2011 operazioni imponibili, mentre le altre due hanno messo in atto un artificioso sistema finalizzato a percepire indebite erogazioni per 350 mila euro da parte dell'Inps.

 

L'analisi della documentazione extracontabile trovata su un pc e l'incrocio dei dati acquisiti, ha consentito di rilevare fittizie ore di sospensione dal lavoro, per le quali veniva chiesta la cassa integrazione. Tre persone sono state denunciate all'autorità giudiziaria alla quale è stata avanzata richiesta per l'applicazione di misure cautelari a garanzia del credito erariale.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


Sempre massima tutela della privacy e dei dettagli di dove operavano questi personaggi, si presume la Castellana ma senza precisare.

Un altro articolo inutile che conferma solo quello che sappiamo già su quali sono le categorie degli evasori.

segnala commento inopportuno

Siete il cancro di questa società! poi per colpa vostra le aziende che sono veramente in difficoltà non prendono la CIG!!

Vergognatevi! non si sta parlando di un mancato scontrino, o di un lavoratore stagionale in nero, qui si sta parlando di 6000000 di euro!

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×