13 dicembre 2019

Nord-Est

Inaugurata la 60esima edizione della Mostra Internazionale del Gelato Artigianale a Longarone

commenti |

commenti |

Inaugurata la 60esima edizione della Mostra Internazionale del Gelato Artigianale a Longarone

Aperta ieri presso Longarone Fiere la 60° edizione della MIG , la Mostra Internazionale del Gelato Artigianale , che proseguirà sino a mercoledì 4 dicembre , facendo di Longarone la capitale mondiale del gelato artigianale. Un’edizione speciale per un evento che sempre più diventa internazionale e che festeggia nel migliore dei modi il suo compleanno. Alle 9.30 c’era già la coda per entrare a visitare la mostra che apriva alle 10.00 ma il vero “assalto” dei tantissimi curiosi e visitatori è stato quasi in concomitanza con il taglio del nastro. Niente di strano dal momento che quest’anno in fiera sono presenti oltre 200 marchi aziendali (da 13 regioni italiane e 11 Paesi esteri) con la conferma dei leader internazionali in fatto di macchine, attrezzature, semilavorati, materie prime, arredamenti e accessori per la gelateria artigiana.

 

Sul fronte operatori e gelatieri diverse delegazioni da tutta Europa , ma anche da Cina , Argentina , Giappone e molti altri Paesi . Inaugurata ufficialmente alle 11.00 dal Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia , da Gian Angelo Bellati, Presidente di Longarone Fiere e da Roberto Padrin, sindaco di Longarone nonché presidente della Provincia di Belluno, con il classico taglio del nastro, la MIG è subito entrata nel vivo. Emozionato Gian Angelo Bellati, Presidente di Longarone Fiere:

 

«Quest'anno abbiamo rappresentati fra espositori e buyers oltre 40 paesi del mondo. Siamo internazionali. Tra i buyers anche due cinesi. Abbiamo creato grazie alle Camere di commercio all’estero distribuite in tutto il Mondo, una rete perché portassero potenziali aziende interessate alla filiera del gelato. La fiera più antica d’Europa e non solo commerciale. Ringrazio la Regione Veneto qui rappresentata dal Presidente Zaia perché vogliamo che le nostre istituzioni aiutino i nostri gelatieri a diventare ambasciatori di un'eccellenza italiana nel Mondo. Continueremo con la formazione e la valorizzazione del territorio e del gelato artigianale. È importante anche la giornata europea del Gelato che si svolgerà il 24 marzo nata grazie allo sforzo di molti gelatieri che hanno influenzato positivamente il Parlamento Europeo e giusta ricompensa per gli sforzi profusi».

 

A seguire il sindaco di Longarone Roberto Padrin. «Saluto il Console del Marocco e il nuovo prefetto di Belluno e il questore, Paolo Saviane, Gidoni e tutti i miei colleghi sindaci. Oggi (ieri) per Longarone è una giornata di festa perché compiamo 60 anni. Siamo un territorio rinato dopo essere stato colpito dalla tragedia del Vajont. Rinato anche grazie al gelato e ai gelatieri che l'hanno fatto conoscere nel Mondo. È anche la fiera di Uniteis. A loro va la nostra profonda gratitudine. Non ho dubbi che anche quest'anno sarà una manifestazione di prim'ordine. MIG è una grande famiglia, un modo di unire. Questa è la nostra forza. Necessita, certo, guardare al futuro e noi lo stiamo facendo. Perché 60 anni di storia non dovranno e non potranno essere buttati via. Finché sarò sindaco di Longarone mi batterò perché la MIG sia sempre un punto di riferimento per il Mondo e sono certo che anche la Regione Veneto ci appoggerà in questa battaglia a difesa del gelato artigianale».

 

A chiudere, prima delle premiazioni e del brindisi celebrativo, il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. «Buon compleanno a MIG e Uniteis. Per noi i gelatieri e l'Uniteis sono i nostri ambasciatori. 22.000 di loro lavorano in Germania, partiti in giro per il​ Mondo senza nessuna sicurezza ma hanno dimostrato forza e dignità e si sono fatti rispettare per la laboriosità, tanto da essere riconosciuti da Confartigianato in Germania quale associazione di categoria. Un onore nonché un gran biglietto da visita per il Veneto. Siamo tutti qui per difendere il gelato. In mezzo alla gente. Il prossimo anno la Regione può anche raddoppiare, triplicare lo stand e farvi la presentazione. Con un microfono, un'asta e poi subito in mezzo alla gente. È questa la strada da percorrere; mettendo la provincia di Belluno in contatto con il resto del Mondo. In 10 mesi sono stati aperti 456 cantieri dopo la disgrazia di Vaia e ringrazio i sindaci del territorio, che io chiamo “gli eroi di Vaia”. Importanti per le montagne anche i Mondiali e le Olimpiadi. I collegamenti Cortina - Val Zoldana e Cortina – Arabba che sono in programma daranno nuova linfa vitale alle montagne. La Regione c'è e non ho dubbi: la fiera del gelato ci sarà sempre. Annuale, mai biennale o triennale o perderebbe il suo valore. Noi saremo tutti gli anni presenti e di strada ne faremo ancora tanta insieme». 

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×