20/11/2017foschia

21/11/2017foschia

22/11/2017quasi sereno

20 novembre 2017

Oderzo Motta

Incendio Parco Stella, ennesimo sopralluogo

Vigili del Fuoco presenti nell'area del Parco Stella mercoledì per ulteriori controlli dopo il rogo del 25 febbraio

commenti |

ODERZO - Ancora un sopralluogo, mercoledì mattina, da parte dei Vigili del Fuoco nell’area del Parco Stella andata in fumo dopo il terribile incendio del 25 febbraio scorso.

 

Il rogo distrusse completamente i due negozi Eurobrico ed Unieuro. Le due realtà commerciali stanno cercando di capire come poter proseguire l’attività nell’area dell’opitergino.

 

Nel frattempo i pompieri sono ancora alla ricerca di chiarire le cause dell’incendio. La questione è capire se vi fossero dei cosiddetti “acceleranti” o comunque sostanze che possano aver favorito l’incendio.

 

Al momento non si conoscono ancora i risultati del sopralluogo del comando dei vigili del fuoco.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

07/11/2017

A Oderzo riapre l'Unieuro

Dopo lo spaventoso incendio al Parco Stella lo scorso febbraio, il negozio di elettronica tornerà sopra l'Ipermercato Visotto

immagine della news

18/10/2017

Unieuro rimane al Parco Stella

Già comunicata la scelta della proprietà. Braccio di ferro però sul cambio di denominazione, da "parco" a "centro" commerciale

immagine della news

08/06/2017

Parco Stella, novità in arrivo?

Le due attività distrutte dal devastante rogo di febbraio potrebbero rimanere nell'area del centro commerciale opitergino

immagine della news

11/03/2017

Unieuro, alternative in vista?

Al vaglio della proprietà nuove aree per poter trasferire il negozio bruciato nell'incendio del Parco Stella lo scorso 25 febbraio

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×