23/11/2017coperto

24/11/2017foschia

25/11/2017pioggia

23 novembre 2017

Treviso

INCENERITORE È LOTTA PER LA SPARTIZIONE DELL’ENERGIA

Intanto anche la Lega continua a sbarrare la strada all'apporvazione dell'inceneritore

| commenti |

| commenti |

Silea – E’ sceso in campo anche il vicegovernatore del Veneto, il trevigiano Franco Manzato, contro i progetti di Unindustria che intende spartirsi fra gli industriali l’energia prodotta dall’inceneritore, attraverso una multiutility creata da Unindustria.

“I progetti di Unindustria non possono prescindere dall’interesse collettivo” e “Quando si parla di una struttura di questo tipo l’economia dovrebbe ragionare tenendo presente gli utenti e il territorio” ha scritto Manzato. Sotto accusa è l’operazione della Sum, la multiutility creata nel 2001 da Unindustria e che raggruppa 320 aziende associate.

Secondo il progetto presentato in Regione, la società dovrebbe acquistare l’energia prodotta dall’inceneritore per rivenderla al consorzio Cum formato da associati di Unindustria Treviso e Confindustria Venezia e visto il fabbisogno energetico di queste aziende, sarebbero esclusi dai benefici cittadini ed enti locali. Gli inceneritori che Unindustria vuole realizzare a Silea e Mogliano - ma ora si parla di uno sito sostitutivo per Silea, ovvero Istrana - era stato presentato come un progetto che in un solo colpo avrebbe risolto il problema dei rifiuti, che produceva energia e teleriscaldamento.

Ora, però, per gli stessi industriali questa ultima funzione viene definita solo come «possibile», visto che non ci sono gli impianti per portarlo nelle case. Ma la strada per l’approvazione degli inceneritori è piuttosto complessa. Cerca di renderla ancor più tortuosa anche a la Lega Nord, in maggioranza sia in Regione che in Provincia amministra.

Manzato avverte che non può essere presa decisione alcuna finché non ci sarà un piano regionale di gestione per i rifiuti industriali. ha precisato il vicegovernatore Franco Manzato. Su piede di guerra anche l’onorevole Simonetta Rubinato del Pd che pensa che se un territorio deve sopportare dei disagi di un eventuale installazione di un inceneritore, deve anche trarne benefici.

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

09/10/2015

Matteo Renzi sabato a Treviso

Il premier presenzierà all'assemblea di Unindustria: "Il lavoratore trevigiano spende dall'11, 8 al 19,2% del tempo in burocrazia"

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×