21 settembre 2019

Montebelluna

INCHIESTA BIDASIO, NEL MIRINO ALTRI POLITICI

È stata annunciata dalla Procura la possibilità di nuove iscrizioni nel registro degli indagati

| commenti |

| commenti |

Nervesa – Nel mirino della Procura anche altri consiglieri comunali.
Oltre alla negata richiesta di archiviazione dell’accusa nei confronti del sindaco, del suo vice e di un assessore sull’inchiesta relativa alle cave di Bidasio, ora l’inchiesta si allarga a tutti coloro che hanno votato in consiglio comunale il Piruea con cui si autorizzavano gli scavi; 17 milioni di metri cubi di ghiaia da estrarre nel giro di 15 anni.A beneficiare del provvedimento preso in Comune quattro cavatori: Grigolin, Mosole, Candeo e Montesel. Loro, in cambio della maxi-estrazione, avevano dato la disponibilità all’edificazione dei nuovi impianti sportivi.

Ma il Piruea non sarebbe lo strumento adatto per questo genere di operazioni e da lì sarebbe arrivato il blocco a procedere da parte del Tar. E così ha preso vita questa vicenda giudiziaria che ora vede coinvolto il consiglio comunale.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dossier

ELEZIONI 2008

Oltre al capoluogo di provincia sono altri 6 i comuni coinvolti nelle amministrative. In questa sezione tutti gli articoli.

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×