17 novembre 2019

Cronaca

Indagato per abusi, professore si uccide

commenti |

commenti |

Si è suicidato il professore del liceo ginnasio 'Giambattista Vico' di Napoli che da mercoledì scorso si trovava agli arresti domiciliari con l'accusa di aver avuto rapporti sessuali con due studentesse all'epoca dei fatti minori di 16 anni. Il docente di matematica di 53 anni si sarebbe ucciso con un colpo di pistola al petto nella sua casa nel centro di Quarto Flegreo, popoloso centro alle porte del capoluogo campano.

 

La vicenda era oggetto di un'indagine, coordinata dal pool fasce deboli della Procura di Napoli, sulle chat tra l'uomo e le due ragazze. L'inchiesta scattata a seguito della denuncia presentata dai genitori di una delle due ragazze coinvolte. Sul caso era in corso anche un'ispezione dell'Ufficio scolastico regionale della Campania. Stasera, fuori dal liceo, la riunione del corpo studentesco in un momento di cordoglio in ricordo dell'insegnante che lascia la moglie e un figlio.

 

Il professore è descritto da alcuni genitori di alunni del Vico come un insegnante molto preparato e stimato, dolce e serio con gli studenti. Qualcuno di ieri stasera ha portato dei fiori davanti all'ingresso del liceo.

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×