16 ottobre 2019

Treviso

INSEGNEREMO AI GIOVANI A SPENDERE CON INTELLIGENZA

E' uno dei prossimi obiettivi del Coordinamento delle associazioni di volontariato che il 22 rinnova il direttivo

Laura Tuveri | commenti |

Laura Tuveri | commenti |

In foto: da sinistra a destra Giovanni Grillo, presidente del Coordinamento delle associazioni di volontariato della provincia di Treviso, Vincenzo Po rappresentante delle Fondazioni bancarie e Emilio Tessarin, vice presidente del Coordinamento

Treviso - Anche il mondo del volontariato trevigiano sta studiando soluzioni per contrastare il disagio economico. Il Coordinamento delle associazioni di volontariato della provincia di Treviso, supportata dal Lions, dalla Caritas e dal Centro interdipartimentale di cultura ed economia della globalizzazione dell’Università di Venezia, sta pensando di supportare le famiglie in difficoltà attraverso lo strumento del microcredito, ma anche, cosa secondo noi alquanto utile, attivando percorsi formativi nelle scuole per insegnare ai ragazzi delle superiori come gestire correttamente il budget a loro disposizione.

Ai giovani verrà spiegato quali sono gli acquisti realmente importanti e quali le cose superflue a cui poter rinunciare senza fare drammi e, soprattutto, senza sentirsi emarginati o falliti perché non ci si può permettere il jeans di tendenza o il telefonino di ultima generazione. Insomma, una sorta di guida al consumo intelligente ed etico di cui avrebbero tanto bisogno i nostri giovani. Ne ha parlato stamani Giovanni Grillo, presidente del coordinamento nel corso della conferenza stampa di presentazione del bilancio di fine mandato.

Quest’anno infatti si chiude il triennio 2005-2008 e il 22 novembre vi sarà il rinnovo degli organi direttivi del coordinamento. Grillo ha espresso soddisfazione per le molte iniziative intraprese e per avere rafforzato il ruolo delle associazioni di volontariato facendo diventare il coordinamento uno degli attori di riferimento della società civile. Il coordinamento, nato nel 2002 dall’esperienza della Consulta provinciale del volontariato, dal 2006 gestisce anche il Centro servizi del volontariato ha il compito a distribuire alle associazioni i fondi che per legge le fondazioni bancarie devono erogare al volontariato (1/15 degli utili). Nel 2007 sono stati distribuiti poco più di 1 milione e 300 mila euro.

Nel 2008 se ne aggiungeranno 200 mila, ma per il 2009 è molto probabile una diminuzione delle erogazioni, visto i minori utili previsti a causa della crisi in atto. La maggior parte delle 256 associazioni che aderiscono al coordinamento erogano servizi in ambito socio assistenziale (58%), il 38% sono attive nel settore della valorizzazione e dell’assistenza, il 3% in quello della Protezione civile e solo l’1% opera in ambito ambientale e culturale.

Grillo auspica una incremento di quest’ultimo gruppo per l’accrescimento culturale di tutta la società civile e del volontariato stesso. Un risultato soddisfacente ottenuto in questo triennio è senz’altro il coinvolgimento nei Piani di zona delle Ulss che ha significato per il mondo del volontariato l’affermazione del proprio diritto/dovere di essere co-protagonista nella definizione di politiche pubbliche relative ai servizi sociosanitari, incidendo sulla programmazione e valutazione dei Piani di zona 2007-2009.

Molto importanti anche i momenti dedicati alla formazione dei volontari e gli incontri per interrogarsi sul ruolo del volontariato, ma soprattutto per misurare la reale efficacia dei progetti attivati, anche delle singole associazioni. Per ottenere questi risultati è stato necessario dare un’impronta manageriale alla struttura organizzativa composta di 5 dipendenti a tempo indeterminato e da un responsabile, come ha spiegato Vincenzo Po, il rappresentate delle fondazioni bancarie in seno al consiglio direttivo del Centro servizi.

In attesa di conoscere il nome del prossimo presidente, non si esclude la riconferma di Grillo, il presidente da appuntamento per il 5 dicembre al teatro Eden dove si celebrerà la Giornata internazionale del donatore.

 



Laura Tuveri

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×