18 novembre 2019

Nord-Est

Inseguimento notturno, pescatori abusivi di vongole si arenano col barchino

commenti |

commenti |

Un barchino con alcuni pescatori abusivi di vongole, intercettato in una zona proibita del Canale dei Petroli, nella Laguna di Venezia, è stato inseguito e sequestrato dal Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza.L'episodio è avvenuto nella notte, tra martedì e mercoledì. 

 

L'inseguimento è scaturito durante una delle navigazioni in laguna delle Fiamme Gialle, finalizzate al controllo del territorio. Gli occupanti del barchino erano intenti al trasporto di vongole pescate abusivamente nel Canale dei Petroli. Durante la fuga, i vongolari hanno tentato di abbagliare i finanzieri con un proiettore luminoso. Successivamente, per sfuggire all'identificazione, hanno cercato di dirigersi in zone di Laguna con acqua più bassa.

 

A un certo punto però il natante si è incagliato, dando tuttavia la possibilità agli occupanti della fuga via terra, dileguandosi nel fitto della sterpaglia. I militari hanno infine atteso l'alta marea per procedere al recupero del natante, insieme alle attrezzature e oggetti personali abbandonati precipitosamente, e ora a disposizione dell'autorità giudiziaria per la prosecuzione delle indagini.

 

La pesca delle vongole nelle zone proibite della Laguna di Venezia è stata decisa per la tutela preventivamente della salute pubblica. La zona del canale dei Petroli è interdetta alla pesca per la vicinanza agli stabilimenti chimici della zona industriale di Porto Marghera. 

 

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×