20 settembre 2019

Esteri

Iraq, Pentagono valuta invio truppe di terra per offensiva a Mosul

commenti |

Il Pentagono sta cercando di raccogliere informazioni di intelligence sulle difese dello Stato Islamico a Mosul per poter decidere se raccomandare l'invio di truppe di terra per sostenere quelle irachene in una prossima offensiva per la riconquista della seconda città irachena. Lo riporta la Cnn citando una fonte dell'Us Central Command che precisa che le forze irachene sul terreno potrebbero avviare un'offensiva di terra ad aprile.

In vista di questa offensiva, l'Is sta continuando a rinforzare le sue postazioni di difesa intorno a Mosul, cosa che potrebbe rendere necessaria la presenza di militari americani per aiutare le forze irachena ad individuare gli obiettivi da colpire. Se quindi i militari riscontreranno un aumento delle difese dell'Is di una certa consistenza, il Pentagono e il Centcom raccomanderanno al presidente Obama il coinvolgimento di truppe di terra.

Del resto il capo del Centcom, il generale Lloyd Austin, e il capo degli Stati Maggiori Riuniti, il generale Martin Dempsey, hanno già suggerito da tempo l'invio di un numero contenuto di militari americani con l'unico compito di aiutare ad individuare gli obiettivi da colpire, senza però partecipare ai combattimenti. Intanto, continuano i bombardamenti aerei intorno a Mosul con l'obiettivo di tagliare le linee di rifornimento dell'Is. Nella speranza che, una volta avviata l'offensiva di terra, le forze degli estremisti islamici rimangano isolate all'interno di Mosul senza la possibilità di ricevere rinforzi o rifornimenti.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

10/04/2017

Educare in Iraq si può?

Se ne parla lunedì 10 a Mogliano: incontro alle 20.45 al Centro Sociale moglianese

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×