21/07/2018possibili piovaschi

22/07/2018temporale e schiarite

23/07/2018parz nuvoloso

21 luglio 2018

Nord-Est

Isis: jihadista Meriem è viva in Siria

Prigioniera in campo curdo, 'voglio tornare in Italia'

commenti |

jiadista

PADOVA - "Voglio tornare in Italia anche se dovrò andare in carcere": lo dice Meriem Rehaily, 22 anni, la studentessa di origini marocchine residente nel Padovano fuggita da casa per raggiungere a 19 anni la Siria come combattente dello Stato islamico.

La foreign fighter ha due figli, il capo coperto dal niqab e sa bene che sulla sua testa pende una condanna in contumacia a quattro anni emessa il 12 dicembre scorso dal Tribunale di Venezia. "Almeno riabbraccio la mamma - dice piangendo - mi manca tanto".

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×