25/09/2017quasi sereno

26/09/2017quasi sereno

27/09/2017quasi sereno

25 settembre 2017

Italia

Isis: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

Espulsi due marocchini e un siriano

commenti |

Un canale Telegram ritenuto legato al sedicente Stato islamico (Isis) ha indicato l'Italia come il prossimo obiettivo degli attacchi del gruppo jihadista, che ha rivendicato la responsabilità dell'attentato di Barcellona. Lo ha riferito Site - sito che monitora le attività jihadiste sul web - sul suo account Twitter.

Sul fronte delle misure di sicurezza nel nostro Paese due cittadini marocchini e un cittadino siriano sono stati espulsi dal territorio nazionale. Si tratta, spiegano al Viminale, di un 38enne marocchino, detenuto per reati comuni che, "insieme ad altri detenuti, dopo aver appreso dai telegiornali della notizia della strage terroristica di Stoccolma, ha chiaramente e inequivocabilmente festeggiato, inneggiando all’evento terroristico perpetrato nella capitale svedese".

L'altro espulso è un siriano, arrestato nel 2015 "per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina", che "aveva espresso apprezzamento nei confronti degli autori dell'attentato terroristico di Manchester". I rimpatri, 70 nel solo 2017, "salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi con accompagnamento nel proprio Paese dal gennaio 2015 ad oggi".

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×