30/04/2017quasi sereno

01/05/2017pioviggine

02/05/2017quasi sereno

30 aprile 2017

Istanbul, doppio attentato vicino allo stadio del Besiktas: 29 morti

Terrore a Istanbul. Un doppio attentato terroristico ha provocato almeno 29 morti e 166 feriti. Prima un'autobomba è stata lanciata contro un bus di poliziotti anti-sommossa, vicino allo stadio della squadra di calcio del Besiktas. Poco dopo una seconda esplosione è stata provocata da un attacco suicida in un vicino parco.

 

A tracciare il bilancio e' il ministro dell'Interno turco Suleyman Soylu, aggiungendo che sono 10 le persone arrestate in connessione con l'attacco nei pressi dello stadio. Tra i morti, prosegue il ministro, ci sono 27 agenti di polizia e due civili. Alcuni dei feriti rimangono in gravi condizioni. Il ministro ha indicato che gli attacchi erano specificamente mirati a colpire la polizia.

Le bombe sono esplose a circa 45 secondi di distanza in prossimità dello stadio della squadra di calcio Besiktas, che aveva appena concluso un incontro. La maggior parte degli spettatori si erano già dispersi. Il Besiktas, club sportivo, ha con "veemenza" condannato l'attacco vicino al suo stadio di casa a Istanbul. Per ora nessun gruppo ha rivendicato la responsabilità dell'attentato.

Lo scorso anno ci sono stati una serie di attentati a Istanbul, Ankara e in altre aree in Turchia. Alcuni sono stati rivendicati da militanti curdi, mentre altri attacchi sono attribuiti allo Stato islamico.

 



Loading...

Commenta questo articolo



vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Una famiglia su 10 in grave difficoltà economica in Italia. Di chi è la colpa?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.912

Anno XXXVI n° 8 / Giovedì 27 aprile 2017

DON ROMUALDO CAPPELLANO DEI CIRCHI D'ITALIA

Don Romualdo. Il prete (circense) più anziano della diocesi. Cappellano dei circhi di tutta Italia, parroco degli operai, zarlatan de Zeneda. Monsignor (ma non chiamatelo così!) Baldissera ha 96 anni.

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×