16/12/2018variabile con neve

17/12/2018nuvoloso

18/12/2018sereno

16 dicembre 2018

Nord-Est

L’abete di Natale dal Cansiglio, il presepe di sabbia da Jesolo: inaugurati in Piazza San Pietro

commenti |

Con una cerimonia in Piazza San Pietro è stato inaugurato il presepe monumentale di sabbia ed illuminato l'albero di Natale donati quest'anno al Vaticano, rispettivamente, dalla città di Jesolo e dal Patriarcato di Venezia, e dalla Regione Friuli-Venezia Giulia e dalla diocesi di Concordia-Pordenone. Presenti, tra gli altri, il patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, il vescovo di Concordia-Pordenone, mons. Giuseppe Pellegrini, i presidenti delle Regioni Veneto e Friuli-Venezia Giulia, Luca Zaia e Massimiliano Fedriga.

 

Nel presepe che arriva da Jesolo, la natività, realizzata secondo la più antica tradizione di sculture di sabbia jesolana originaria delle Dolomiti, è stata costruita su una superficie di circa 25 metri quadrati e costituita da un bassorilievo di 16 metri di lunghezza, 5 di altezza e 6 di profondità. A scolpire la scena, quattro artisti di vari Paesi, coordinati dall'americano Richard Varano.

 

L'albero, un abete rosso che proviene dalla "Foresta del Cansiglio", è alto circa 21 metri, con diametro di 50 centimetri e una circonferenza massima di circa 10 metri alla base. Il taglio è stato effettuato effettuato dal Corpo forestale locale. L'addobbo e l'illuminazione in piazza San Pietro sono stati curati dalla Direzione dei servizi tecnici del Governatorato in collaborazione con la Osram, che ha offerto un sistema di illuminazione decorativa ad alta resa cromatica, di ultima generazione, volto a limitare l'impatto ambientale e il consumo energetico. L'allestimento rimarrà esposto fino alla conclusione del tempo di Natale.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×