21/09/2018sereno

22/09/2018possibile temporale

23/09/2018quasi sereno

21 settembre 2018

Montebelluna

Latitante nascosto, pessime condizioni igieniche: chiuso e sequestrato hotel di un trevigiano

Un 56enne è stato arrestato mentre si trovava nella struttura. L'albergo era inoltre privo di autorizzazioni

commenti |

PEDEROBBA - L'arresto di un latitante e il contemporaneo sequestro amministrativo di una struttura ricettiva è il bilancio di un'operazione congiunta effettuata nella giornata di ieri, lunedì, all'albergo Forcelletto di Cismon del Grappa (Vicenza), paese della Valbrenta a nord di Bassano, da parte dei carabinieri della locale stazione di Solagna, in collaborazione con i colleghi del Nas di Padova, della stazione dei carabinieri forestali di Carpanè e dei tecnici dell'Ufficio igiene dell'Ulss 7 Pedemontana di Bassano.

 

Durante l'accertamento avvenuto nell'albergo, gestito da un 61enne residente a Pederobba, è stato rintracciato il ricercato G.P.S., 56 anni, residente a Quinto di Treviso, destinatario di un mandato di cattura emesso dalla Procura della Repubblica di Treviso, dovendo espiare la pena della reclusione di un anno, in seguito ad una truffa compiuta nel mese di giugno 2008 proprio nel paese dove abita: l'uomo è stato trasferito in carcere a Vicenza.

 

Al vaglio dei militari la posizione giuridica del gestore relativamente all'ipotesi del favoreggiamento personale, nel caso in cui abbia in qualche modo agevolato la latitanza dell'uomo. Relativamente al controllo amministrativo, l'albergo Forcelletto, viste le gravi violazioni riscontrate, è stato sottoposto a sequestro amministrativo, essendo risultato essere privo di autorizzazioni allo svolgimento dell'attività e sanzionato per evidenti carenze igienico-sanitarie. La struttura è ora chiusa.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×