17 gennaio 2020

Nord-Est

Leghista su Facebook: "Cappio al collo ai consiglieri traditori"

Ruzzante (Pd): "Atto di violenza gratuita. Inaudito"

Stefania De Bastiani | commenti | (1) |

immagine dell'autore

Stefania De Bastiani | commenti | (1) |

VENEZIA - "Spero, nel giorno dell'indipendenza, di vedere questi traditori penzolare con al collo un cappio tricolore". La proposta di referendum sull'indipendenza del Veneto si è conclusa con l'ennesimo nulla di fatto. E, a qualcuno, la cosa non è andata giù. Tanto da invitare alla gogna i 34 consiglieri regionali che hanno votato contro tale proposta. E' Francesco Vartolo, consigliere di quartiere leghista, a postare su Facebook la frase choc: il suo desiderio è quello di vedere "i traditori"... appesi.

 

E se Vartolo ci è andato giù pesante, a parole e speranze, non è certo l'unico leghista che in queste riversa (e pubblica) la sua rabbia on line. Le foto dei 34 "contrari", sono state incorniciate in una locandina che sta facendo il giro della rete-leghista. "Ecco i rappresentanti dei partiti italiani - si legge nel manifesto - che non hanno voluto che il popolo Veneto decida il proprio futuro".

 

"Il popolo Veneto? La Lega conta il 12% degli elettori, gli indipendentisti il 3%: sarebbero loro il popolo veneto?". Per Piero Ruzzante (in foto), consigliere del Pd messo "alla gogna", "il popolo Veneto vuole altro: vuole essere governato". "E' inammissibile - dichiara Ruzzante - un simile atto di violenza gratuita. Io sono un rappresentante del popolo, e pretendo rispetto. Ognuno è libero di votare ciò che vuole, e questa libertà non può e non deve essere limitata".

 

Per Ruzzante, le parole di Vartolo sono semplicemente "dettate dall'imbecillità e dall'ignoranza". Come lo è chiedere un "Stato veneto". "Il popolo veneto non vuole uno stato: i numeri parlano. Sono altre le richieste che arrivano dalla gente, e a cui la Regione dovrebbe dare risposte: bisogna incentivare il lavoro, puntare sugli investimenti, fare sintesi. In questo momento  - ribadisce il consigliere del Partito Democratico - non si dovrebbe perdere tempo concentrandosi su cose stupide e inutili".

 

"Noi affondiamo le radici del nostro Stato in chi ha vissuto e conosciuto Mauthausen, e Auschwitz, e non ci spaventiamo di certo di fronte a simili comportamenti. Ma bisogna fare attenzione: qualche imbecille può prenderli sul serio. Per quanto riguarda la frase di Vartolo - conclude Ruzzante - penso ci saranno i presupposti per passare alla vie legali. In qualche modo, dobbiamo tutelarci".

 



foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×