19/07/2018quasi sereno

20/07/2018quasi sereno

21/07/2018possibile temporale

19 luglio 2018

Mogliano

Liberi e Uguali, a Casale arriva Felice Casson

In paese inizia l'attività il nuovo movimento del presidente del Senato uscente Pietro Grasso che venerdì sarà illustrato dall'ex magistrato veneziano

commenti |

Felice Casson

CASALE SUL SILE - Costituito a dicembre a Casale uno dei primi comitati di Liberi e Uguali, il movimento del presidente del Senato Pietro Grasso.

IL neonato gruppo ha organizzato uno dei primi appuntamenti politici nella provincia di Treviso del nuovo anno: un dibattito pubblico con il senatore Felice Casson (nella foto).

L'ex magistrato, vice presidente della commissione Giustizia del Senato, illustrerà il progetto per l’Italia della nuova formazione intorno ai temi dell’economia circolare, del lavoro, dell'immigrazione, della cultura e della formazione e della legge sulla cittadinanza.

Si parlerà anche dei criteri utilizzati dal gruppo di Liberi e uguali per individuare le candidature nelle prossime elezioni del 4 marzo.

L’incontro sarà introdotto da Giampaolo Bassetto, coordinatore di Liberi e Uguali di Casale, e si terrà presso il Centro Sociale di Casale sul Sile, in piazza all’Arma dei Carabinieri, venerdì 12 Gennaio 2018 con inizio alle ore 20.30.

Oltre ai cittadini di Casale sono stati coinvolti anche quelli dei comuni limitrofi di Casier, Preganziol e Roncade e daranno il loro contributo al dibattito Mirian Poloni, assessore del comune di Casier, e Margherita Lachin consigliere comunale di Marcon.
 

 

Leggi altre notizie di Mogliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.939

Anno XXXVII n° 13 / 5 luglio 2018

MOLLO TUTTO E VADO A VIVERE NELLA FORESTA

Christian Corrocher ha lasciato Conegliano, sua città natale, per andare a vivere nella foresta Amazzonica. Per anni ha mangiato solo pesce e yucca ed è vissuto senza elettricità, né acqua corrente. Questa è la sua storia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×