08 dicembre 2019

Esteri

'A Lord Byron dall'autrice'. Copia di Frankestein venduta a 350mila sterline

La scoperta del libro ad opera di un giovane libraio

commenti |

commenti |

'A Lord Byron dall'autrice'. Copia di Frankestein venduta a 350mila sterline

LONDRA - Un giovane libraio antiquario londinese, decisamente fortunato, ha trovato una delle due sole copie al mondo di "Frankenstein" autografate dall'autrice Mary Shelley. La dedica autografa è stata autenticata e la copia del libro è stata poi venduta per 350.000 sterline (circa 420.000 euro), secondo quanto racconta il quotidiano inglese ''The Telegraph''.

La copia dell'edizione originale di ''Frankenstein'' appartenne a Lord Byron (1788-1824), il maggior poeta romantico inglese, ed è stata scoperta per caso da Sammy Jay, nipote dell'economista e politico britannico Lord Jay, parlamentare laburista negli anni Sessanta e collezionista di letteratura romantica. Sfogliando il volume, il nipote di Lord Jay si è imbattuto nella dedica ''To Lord Byron from the author'', ovvero ''A Lord Byron dall'autore''.

La firma autografa della Shelley è stata autenticata dallo staff della Bodleian Library di Oxford. Questa rarissima edizione del 1818 è stata recentemente venduta dall'antiquario Peter Harrington Rare Books di Londra. Sebbene il prezzo finale dell'acquisto, da parte di un collezionista privato inglese, non sia stato reso noto ufficialmente, ''The Telegraph'' parla di 350.000 sterline. L'acquirente si appresta a organizzare una mostra per presentare la copia del libro in pubblico.

La storia della genesi di ''Frankenstein'' è strettamente legata a Lord Byron. Il romanzo sarebbe nato una notte tempestosa del 1816 sul lago di Ginevra allorché Byron e Shelley si divertivano a scrivere racconti di fantasmi. L'influenza di Byron è incontestabile nell'opera di Mary Shelley. L'edizione del 1818 fu tirata in 500 esemplari, sei dei quali affidati alla scrittrice per il suo uso personale. L'altra copia superstite con una dedica autografa della Shelley è custodita alla Morgan Library and Museum di New York.

(Adnkronos)

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×