20/04/2018sereno

21/04/2018quasi sereno

22/04/2018quasi sereno

20 aprile 2018

Nord-Est

La loro barca contro gli scogli: quattro morti e 2 sopravvissuti

commenti |

VERONA - Sono stati ritrovati ieri mattina i corpi dei tre dispersi, due uomini e una donna, nell'incidente in mare accaduto martedì pomeriggio al porto di Rimini.

 

Due erano incastrati nella scogliera, mentre uno era stato trascinato dalla corrente all'altezza dello stabilimento balneare 44. Sale così a quattro il bilancio dei morti. Sono Alessandro Fabbri, cardiochirurgo di 68 anni, sua figlia Alessia, notaio di 38 anni (fidanzata di uno dei sopravvissuti al naufragio, Luca Nicolis), Enrico Martinelli, dirigente d'azienda, ed Ernesto Salin, ingegnere.

 

Salin risiedeva nel vicentino, mentre gli altri tre sono tutti originari di Verona. Due delle sei persone della barca a vela sono sopravvissute e sono state ricoverate all'ospedale Infermi di Rimini. Si tratta di Luca Nicolis, 39 anni, e Carlo Calvelli, 69 anni. Nicolis è già stato dimesso dal pronto soccorso, mentre Calvelli è ricoverato nel reparto di rianimazione, anche se non in pericolo di vita.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.933

Anno XXXVII n° 7 / 12 aprile 2018

DI CORSA!

Attenzione: può causare dipendenza. Chi inizia a correre non si ferma. Parola di runner

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×