22 settembre 2019

Cronaca

Madre gli leva pc, 19enne si butta da quinto piano

commenti |

Un ragazzo di 19 anni si è lanciato dal quinto piano perché la madre, dopo l’ennesima lite, gli ha strappato la tastiera del pc dalle mani. E' accaduto a Torino e il giovane è gravissimo, a quanto riferisce il dorso torinese del Corriere della Sera che racconta la storia di quello che definisce uno dei tanti 'hikikomori' di periferia che non escono mai di casa.

 

Il 19enne, che vive con la madre a Mirafiori, si era rinchiuso nella sua cameretta alcuni anni fa, nell’alloggio popolare affidato alla famiglia quasi priva di reddito. Ha smesso di studiare, non ha mai cercato un lavoro. "Stava al computer dal mattino alla sera, e quando la madre gli diceva che doveva smettere, a volte le alzava le mani", dice una vicina in lacrime. Ieri pomeriggio, poco prima delle 16, l’ennesimo litigio.

 

La mamma di Ruben ha cercato di staccare il figlio dal computer, non ci è riuscita a parole. Ha preso la tastiera dalla scrivania e l’ha afferrata. Ruben ha preso la rincorsa e si è lanciato dal balcone. Ha fatto un volo di cinque piani. Sul posto sono intervenute le volanti della polizia e il 118, che ha constatato che il giovane era ancora vivo. Ora Ruben è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Cto. Intubato, ha politraumi multipli: faccia, cranio, vertebre. La prognosi è riservatissima.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×