24 ottobre 2019

Vittorio Veneto

E' MANCATO IERI DINO DE BASTIANI

Personalità molto nota in città

| commenti |

| commenti |

E' mancato questa mattina, due giorni dopo aver compiuto 83 anni, il vittoriese Dino De Bastiani. Era nato a Longhere e aveva vissuto in via Diaz; da anni però viveva in una villetta in via Mondini, zona Frati. Sposato con Tatiana Bellis e padre di cinque figli.

Laureato in Agraria, bacologo di formazione, De Bastiani fu direttore per molti anni del “Centro genetico ed ecologico” del baco da seta, che aveva sede a San Giacomo in via Isonzo. Fu anche impegnato in politica nelle file della Democrazia Cristiana: ricoprì l'incarico di assessore per il Comune di Vittorio Veneto nelle giunte guidate da Franco Concas e Mario Botteon negli anni Ottanta.

In precedenza era stato presidente delle Opere Pie di Vittorio Veneto e sotto la sua presidenza fu costruito l'osepdale di Costa. Fu poi presidente della Ulss 7 dopo essere stato per un breve periodo presidente dello Iacp (Istituto Autonomo Case Popolari) della provincia di Treviso, oggi chiamato Ater. Da giovane De Bastiani aveva fatto parte dell'Afeb, Associazione Filodrammatica Egidio Bullesi, la compagnia teatrale nata nel 1943 presso il convento di San Francesco; con i colleghi di palcoscenico di allora si erano ripetute negli anni le rimpatriate.

“Nel 1951 – ricorda il cugino Dario De Bastiani, fondatore del Quindicinale – Dino fu incaricato dal Comune di assistere la popolazione del Polesine sfollata qui a Vittorio Veneto a causa dell'alluvione e all'esondazione del Po di quell'anno”. De Bastiani era inoltre socio venticinquennale della sezione cittadina del Club Alpino Italiano. Inoltre è stato  tra i fondatori e presidente dell'Unione Ciclistica Vittorio Veneto.

I funerali si terranno mercoledì presso la cattedrale di Ceneda.

TB

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×