24/10/2017sereno

25/10/2017velature sparse

26/10/2017sereno con veli

24 ottobre 2017

Oderzo Motta

MANGIA LA PIZZA: E' EVASIONE!

Condannato a un anno perché è uscito di 300 metri dal comune di residenza

Emanuela Da Ros | commenti | (1) |

ORMELLE - Mangia una pizza fuori dal comune (di residenza): è considerato un evaso e condannato a un anno. Succede del (quasi) incredibile a Ormelle.

Un quarantenne con precedenti per spaccio di stupefacenti, D.M., ha l'obbligo di non lasciare il comune di residenza. E infatti se ne sta buono buono in paese. Ma una sera, che fa? Va a mangiare la pizza al Tiratardi, un locale di San Polo, che si trova 300 metri fuori dal confine del comune di Ormelle. Lui è lì tra una capricciosa e la sua convivente, quando viene notato da un carabiniere in borghese, che lo denuncia per aver violato il provvedimento del giudice che lo ritiene un "sorvegliato speciale".

Il seguito della storia è stato discusso ieri in tribunale. L'imputato, difeso dall'avvocato Alessandra Nava, ha detto di non sapre che la pizzeria fosse oltre confine, anche perché la linea di demarcazione tra i comuni di Ormelle e San Polo non è indicata da alcun cartello. Giustificazioni che non lo hanno protetto affatto: l'uomo, condannato a un anno, per lo sforamento ha detto che ricorrerà in appello.

 



foto dell'autore

Emanuela Da Ros

SEGUIMI SU:

Commenta questo articolo


Che dire! ... sarebbe bene che i comuni tracciassero i propri confini!?? non mi pare che sia una cosa così grave: 300 metri oltre il "confine" per una pizza con la compagna! che assurdità! ... e magari è stato dato un encomio al carabiniere! ... ma per favore, state a far ridere i polli!

segnala commento inopportuno

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×