25/06/2017temporale e schiarite

26/06/2017quasi sereno

27/06/2017parz nuvoloso

25 giugno 2017

Tennis

Marfia e Ciaccia vincono a Motta

Andato in archivio il torneo tennistico liventino, un'open da da 250 racchette

Tennis

MOTTA DI LIVENZA - Edizione record la 27^ di Motta, open con 250 partecipanti. Due i direttori di gara con l’incognita maltempo, ma le strutture del club hanno retto le prove sotto tutti i fronti.

Così Giuliano Ferro e Mauro Granzotto, dopo quindici giorni di gare hanno decretato la vittoria di Matteo Marfia sul giovane talento friuliano Mattia Ros. Marfia era partito come favorito numero tre e Ros era il numero quattro, ma il forfait di Speronello che era il numero uno ha reso il percorso in discesa per Ros, ma per Marfia nessuno sconto. Sul suo cammino ha incontrato Mario Radic che era il numero due del seeding, col quale Marfia non ha mostrato alcun timore riverenziale, combattendo duro ha guadagnato la finale in due tirati set.

 

Terzi posti per Gianluca Grison e per Radic. Dietro due ottimi positivi per Luca Fereghino, stoppato agli ottavi da Marfia e per Alessio Paro che al terzo set ha avuto il pass nel main draw da Komac per poi arrendersi al terzo con il 2.5 Accardo. Paro che attualmente è 3.3 ha accumulato punti preziosi per la scalata di terza e visti i suoi progressi per fine anno cambierà categoria.

 

Chi invece l’ha già in tasca la nuova categoria è Giovanni Agostinetto. Il “vikingo” ha guadagnato molti punti sin dall’inizio della stagione e tra un mese arriverà a quota 2.7, entrando nel palmares dei migliori giocatori opitergini.

 

Titoli anche per i draw di terza e quarta che hanno assegnato la vittoria a Jani Tomulic su Alessio Paro e per il quarta ad Omar De Carlo su Fabio Rizzetto al terzo set.

Nel femminile una cinquantina di ragazze guidate dalla padovana Camilla Ciaccia opposta alla numero due Elena Covi. Pronostico azzeccato per la prima della classe che in finale c’è andata con Anna Bini. Terzi posti per Francesca Covi e Margherita Fiorio. Dietro dalla terza categoria si è distinta l’esperta Daniela Roman con due ottimi positivi.

 

Ermes Brugnaro

 

Altri Eventi nella categoria Tennis

All’Ostani Montebelluna il Trofeo Tempo di Sport va a Fabio Scuglia
All’Ostani Montebelluna il Trofeo Tempo di Sport va a Fabio Scuglia

Tennis

All'Ostani di Montebelluna successo per il torneo tennistico coordinato da Giuliano Ferro e Renzo Bonato

A Scuglia il Trofeo Tempo di Sport

MONTEBELLUNA - All’Ostani Montebelluna il Trofeo Tempo di Sport va a Fabio Scuglia.

da sinistra: il d.s. Angelo De Menis, il presidente Giovanni Fregonese, Davide Candiani, Kevin Da Ros e il giudice arbitro Gilberto Pillot
da sinistra: il d.s. Angelo De Menis, il presidente Giovanni Fregonese, Davide Candiani, Kevin Da Ros e il giudice arbitro Gilberto Pillot

Tennis

Si sono distinti in questa competizione Marco Boato 3.5 del Mira e Luigi Butera 4.1 del Vacil a con 4 incontri vinti

A Visnadello vince Da Ros

SPRESIANO - A Visnadello di Spresiano la prima volta di Kevin Da Ros. Con 115 tennisti al via Gilberto Pillot ha decretato la vittoria del giocatore del Park villorbese sul Davide Candiani del Dopolavoro Ferroviario di Treviso.

Tennis

Successo per il torneo giovanile alla Polisportiva trevigiana. Ecco i risultati

Ottanta racchette sottorete a Preganziol

PREGANZIOL - Un’ottantina di giovani racchette si sono confrontate presso la Polisportiva Preganziol. Competizione diretta da Nadia Schiavon che ha messo ai nastri di partenza i draw azzurri con 65 partecipanti.

Commenta questo articolo


Loading...

Le società Sportive

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.916

Anno XXXVI n° 12 / Giovedì 22 giugno 2017

C'ERA UNA VOLTA VIA CAPRERA

Lo sceriffo Gentilini ce l’ha ancora nel cuore. Tanto da prendere carta e penna e scrivere al Quindicinale. Per far memoria di una strada che era “centro commerciale urbano”. Dove si trovava il cementista, lo zoccolaio, lo stradin, l’osteria col servizio di carrozze....

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×