18/11/2018quasi sereno

19/11/2018nuvoloso

20/11/2018nuvoloso

18 novembre 2018

Vittorio Veneto

Meno bambini all'asilo nido comunale? "L'amministrazione non ha mai annunciato il taglio di 10 posti"

Dura replica degli assessori De Nardi e Costa al consigliere Santantonio

commenti |

VITTORIO VENETO - Dura la reazione dell’amministrazione alle dichiarazioni del forzista Paolo Santantonio, a proposito della riduzione del numero di posti all’asilo nido comunale (da 60 a 50).

 

Era stato il consigliere di minoranza, nei giorni scorsi , a dichiarare che “durante la festa di fine anno scolastico dell'asilo nido l'assessore competente Barbara De Nardi, accompagnata nella circostanza dall’assessore al personale Giuseppe Costa, aveva anticipato che a settembre, alla ripresa del sevizio, saranno ammessi alla frequenza meno bambini a causa di problemi di gestione”.

 

Con una nota congiunta De Nardi e Costa hanno replicato duramente alle dichiarazioni dell’esponente di Forza Italia: “Le uscite del consigliere Santantonio sono sempre più stupefacenti. Farebbe meglio a trovare informatori più attendibili, perché mai l'amministrazione ha annunciato il taglio di dieci posti durante la festa annuale di fine anno. Anzi, si è semplicemente constatato il calo di iscrizioni, che al 28 giugno non raggiungevano le 50 unità per il nuovo anno scolastico. E ciò nonostante l'amministrazione, a fronte di una chiusura ordinaria delle iscrizioni a fine maggio, abbia tenuto "aperte" le stesse ancora per un mese”.

 

Sul piatto c’è anche la questione dell’assunzione e della gestione del personale: “Proprio il 28 giugno, preso atto del calo delle iscrizioni (inferiori a 50) e di fronte alla necessità di programmare l'attività e il personale, operazione non più rinviabile, l'amministrazione ha assunto una delibera per la quale, nelle more delle prescritte procedure concorsuali, si procederà temporaneamente con la ricerca di personale interinale, ciò per consentire al personale che ha richiesto il part-time, di vederselo concesso. La normativa, a fronte della concessione del part-time, prevede per due anni esclusivamente la possibilità di procedere all'individuazione di nuovo personale in via temporanea e così sarà. Se il consigliere Santantonio non vuole che venga concesso il part-time al personale che lo ha chiesto lo dica apertamente, altrimenti si chiuda in un più dignitoso e decoroso silenzio sulle vicende del nido, che evidentemente ancora non conosce affatto”, recita la nota.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×