21/11/2017foschia

22/11/2017parz nuvoloso

23/11/2017nuvoloso

21 novembre 2017

Conegliano

"Meno glifosate e più meccanica"

Il 26 e 27 maggio a Susegana "Vite in campo", due giorni di convegni dedicati alla viticoltura sostenibile

commenti |

SUSEGANA - Sostenibilità: è questo il tema di “Vite in campo – uomini e macchine per una viticoltura sostenibile”, la due giorni di convegni che si terrà a Susegana il 26 e 27 maggio.

 

Gli organizzatori sono il consorzio Condifesa Treviso e i consorzi di tutela del Prosecco Doc e Docg, insieme a “L’informatore agrario”.

 

La manifestazione, giunta alla terza edizione, parte dalla convinzione che oggi più che mai la produzione agricola debba essere indirizzata alla sostenibilità ambientale, riducendo il più possibile l'impatto sull'ambiente dell'uso dei prodotti chimici, soprattutto laddove questi ultimi possano essere sostituiti gradualmente dall'azione meccanica con attrezzature di ultima generazione.

 

Questa serie di iniziative avrà inizio il26 maggio con un convegno dal titolo "Innovazione dei mezzi per una difesa fitosanitaria sostenibile, gestione del sottofila con metodi alternativi al diserbo chimico e l'utilizzo di macchine e trattori nei vigneti di pianura e di collina", che avrà luogo a Conegliano nell'aula magna del Cirve (Centro interdipartimentale per la ricerca in viticoltura ed enologia) a partire dalle 18.00.

 

"Stiamo vivendo tempi, in cui - sostiene Valerio Nadal, presidente di Condifesa, ente promotore della manifestazione unitamente a quelli dei colleghi presidenti Innocente Nardi e Stefano Zanette – è necessario contribuire a consolidare una "coscienza gestionale agricola" delle aziende nel nome della sostenibilità.

 

E' importante farlo prima che siano i mercati stessi ad imporlo. Gli agricoltori, che operano sul territorio, devono anticipare quello che fra qualche anno potrebbe diventare un obbligo, la certificazione della qualità della produzione. Per arrivare a questo risultato in anticipo vanno aggiornate alcune delle fasi di coltivazione, come sostituire progressivamente l'uso delle glifosate in vigneto con un'azione meccanica, che la tecnologia ormai consente.

 

Non è facile cambiare le abitudini, ma se vogliamo che i nostri prodotti, come il prosecco, sinonimo di un made in ltaly di eccellenza. Continuino a soppiantare prodotti della stessa filiera nei mercati internazionali, occorre fare investimenti in termini di rinnovo del parco macchine e di modalità di gestione dell'impresa". Nell'intenzione dei promotori dell'iniziativa vi è quindi la volontà di "accompagnare gli agricoltori in questi cambiamenti per renderli più facili ed adeguati alle loro esigenze”.

 

La due giorni di lavori si concluderà il 27 maggio con una vera e propria dimostrazione "sul campo". La giornata inizierà intorno alle 9.00 e proseguirà sino alle 17.00.

 

Essa prevede un momento di formazione-informazione direttamente in vigneto con prove e test ad hoc ed una serie di workshop, organizzati in collaborazione con Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria), che troveranno spazio in una tensostruttura, allestita in campo nella collina. che sovrasta Via Barca, all'interno della quale saranno trattati da esperti temi come la qualità delle uve unitamente alla loro salubrità in chiave ecocompatibile.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×