28/06/2017temporale e schiarite

29/06/2017piovaschi e schiarite

30/06/2017parz nuvoloso

28 giugno 2017

Mogliano

Mercurio nell'acqua, al via il monitoraggio

L'assessore Mancini: "L’acqua dei nostri rubinetti domestici è prelevata da pozzi non contaminati"

commenti |

mercurio

MOGLIANO - Il Comune di Mogliano ha ottenuto il monitoraggio dei pozzi privati per verificare eventuali inquinamento da mercurio della falda acquifera. Sono 14 i pozzi su 500 quelli che hanno una profondità tale da intercettare eventualmente la falda contaminata.

Martedì 24 l’Assessore all’Ambiente Oscar Mancini ne parlerà in una pubblica assemblea. “Parteciperò all’assemblea – dichiara Oscar Mancini - per informare la comunità di Zerman circa lo sviluppo delle iniziative in corso con la Regione, L’ARPAV, il CAV, Veritas e il Consiglio di Bacino”.

L’acqua dei nostri rubinetti domestici è prelevata da pozzi non contaminati



I risultati delle analisi ARPAV mostrano che la presenza di mercurio riguarda prevalentemente l’acquifero VIII che è compreso tra i 220 e i 240 metri e la sua direzione è NO-SE. Si è quindi deciso di selezionare quei pozzi posizionati nella fascia che rischia di essere contaminata in progressione da Nord-Ovest. Tra questi pozzi quelli che hanno una profondità tale da intercettare l’eventuale contaminazione. Questi pozzi sono 14.

“Mi preme sottolineare – conclude l’Assessore Mancini – che il problema non riguarda la nostra rete acquedottistica poiché l’acqua dei nostri rubinetti domestici è prelevata da pozzi non contaminati e costantemente monitorati da Veritas e dall’ULSS”.

Gianfranco Vergani

 

Commenta questo articolo


Loading...

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.916

Anno XXXVI n° 12 / Giovedì 22 giugno 2017

C'ERA UNA VOLTA VIA CAPRERA

Lo sceriffo Gentilini ce l’ha ancora nel cuore. Tanto da prendere carta e penna e scrivere al Quindicinale. Per far memoria di una strada che era “centro commerciale urbano”. Dove si trovava il cementista, lo zoccolaio, lo stradin, l’osteria col servizio di carrozze....

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×