15/08/2018sereno con veli

16/08/2018quasi sereno

17/08/2018sereno

15 agosto 2018

Nord-Est

"Mi uccido", esce di casa e sparisce. Trovato dai Carabinieri

commenti |

E' uscito dalla sua abitazione di Vicenza dichiarando di volerla fare finita: un 51enne stava attraverso un periodo difficile e così i suoi familiari non hanno perso tempo, allertando il 112. A quel punto la centrale operativa dell'Arma dei carabinieri ha diramato alle pattuglie del capoluogo e della provincia il modello e la targa dell'auto con la quale l'uomo si è allontanato.

 

Una tempestività che alla fine ha dato buoni frutti visto che l'uomo è stato rintracciato nel pomeriggio a Brendola (a una quindicina di chilometri da Vicenza) da una pattuglia della stazione di Altavilla. Era fermo in un'area di parcheggio del Municipio, chiuso in auto in stato ansioso depressivo e fermamente intenzionato a rifiutare qualsiasi forma di aiuto o ascolto. I militari durante il colloquio avuto con l'uomo, hanno appreso che lo stato di protrazione era da ricondurre ad un particolare momento di disagio economico e familiare.

 

Dopo averlo rassicurato il 51enne è stato convinto ad uscire dall'abitacolo, dove data la giornata di gran caldo, la temperatura si era notevolmente alzata: sul posto è stato chiesto l'intervento di un'ambulanza del Suem 118. I sanitari gli hanno prestato le prime cure e poi trasportato in ospedale per gli accertamenti del caso: le sue condizioni non destano preoccupazione.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×