19/09/2018quasi sereno

20/09/2018sereno

21/09/2018sereno

19 settembre 2018

Calcio

In mille per l'addio a Sergio Pinzin

Folla di sportivi nel portogruarese per l'ultimo saluto al 52enne ex direttore sportivo della Liventina

Calcio

In mille per l'addio a Sergio Pinzin

MOTTA DI LIVENZA / LUGUGNANA - Oltre un migliaio di presenti ieri pomeriggio per la celebrazione del funerale (nella foto) di Sergio Pinzin, 52enne direttore sportivo della Liventina.

Tanti allenatori e tantissimi giocatori che hanno conosciuto e apprezzato le qualità professionali e morali di quello che per tutti era semplicemente “il direttore”. Nutrita la delegazione del Pordenone, dove per tre anni è stato dirigente, e dell’allora Portogruaro Summaga, dove è stato giocatore, tecnico, dirigente.

Presente la prima squadra e le giovanili della Liventina con dirigenti e tecnici. Ma anche tante, tantissime altre società, tra cui molte trevigiane.

Il feretro è stato portato a braccio, tra gli altri, da Carmine Parlato, attuale allenatore del Rieti e molto amico di Pinzin, Moreno Tomasello, ex allenatore di Caorle e Portogruaro ed ex giocatore della Liventina negli anni ‘80/90, l’allenatore delle giovanili biancoverdi Pierantonio Baruzzo e il capitano della Liventina Dario Cofini.

Al termine, tra gli interventi di parenti e amici, anche quello dell'attaccante biancoverde Lauro Florean. Questo weekend tutte le giovanili e la prima squadra giocheranno col lutto al braccio: le partite saranno precedute da 1’ di silenzio.

 

L'addio nella notte tra domenica e lunedì

 

Altri Eventi nella categoria Calcio

Alessandro Dal Canto
Alessandro Dal Canto

Calcio

L'allenatore castellano dell'Arezzo sabato sera ha accusato un malore. Dimesso, tornerà a dirigere la squadra

Paura per mister Alessandro Dal Canto

CASTELFRANCO - Ex giocatore del Treviso, ora tecnico dell'Arezzo in Lega Pro, ha accusato un malore nella serata di sabato.
 

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×