19 ottobre 2019

Conegliano

Il "miracolo" alla Corri in Rosa: Elena era in sedia a rotelle, ora partecipa camminando

Domenica 17 novembre al via anche la 34enne di Codognè affetta da osteodistrofia

commenti |

commenti |

CODOGNÈ - Una osteodistrofia l’ha costretta a partecipare, due anni fa, in sedia a rotelle. Dopo l’ennesimo intervento ai piedi, non poteva camminare per 6 km.

Domenica 17 novembre, Elena Tomasella (nella foto) parteciperà all’edizione numero sei della Corri in rosa camminando con i bastoncini del nordic walking. La 34enne di Cimavilla di Codognè ha sfidato le previsioni dei medici che dopo l’intervento del 2011 le davano il 50 % di tornare a camminare.

Tra poco più di un mese “volerà” per le strade di San Vendemiano, in una delle prime corse del Triveneto interamente dedicate alle donne. Accanto a lei, come due anni fa, i suoi tre angeli custodi, la sorella Sara e le sue due più care amiche, Stefania e Michela.

Arriva da Elena (che cammina al motto #nonsimolla) una voce di speranza, di lotta, di voglia di non mollare mai, neppure quando il destino ti pone davanti dolore, difficoltà, problemi fisici, scoramento. Un simbolo di speranza, proprio come quello che vuole essere la Corri in rosa.

Coloro che indosseranno pettorale e maglietta rosa concorreranno al pagamento (tramite Maratona di Treviso) delle rate del mammografo acquistato dall’associazione Renzo e Pia Fiorot e installato nell’ospedale Santa Maria dei Battuti di Conegliano, dove è utilizzato dall’Ulss 2 Marca Trevigiana per lo screening. La lotta contro il tumore al seno parte da qui, da uno stile di vita che prevede il sano movimento e la prevenzione. Tante sono coloro che negli anni (dal 2014) hanno partecipato, in tante hanno corso attraverso una storia di dolore, per una malattia affrontata in prima persona, o per aver perso per un tumore una persona cara.

Elena ci sarà. E porterà il suo messaggio, “uguale” anche se la “malattia” è diversa.

“La malattia non è un dono, è una grandissima “jella” - racconta - ma arrivi ad un momento in cui o ti pianti e continui a pensare che ti è capitata una cosa bruttissima o ti fai forza e cerchi un motivo per non arrenderti. Questo è il mio messaggio, non arrendetevi, qualsiasi battaglia state affrontando, trovate un motivo per andare avanti”. Quella che in realtà sarà un’“impresa” a tutti gli effetti è nata un paio di mesi fa, quando il suo kinesiologo e posturologo Franziskus Vendrame, le propone di tentare di partecipare alla Corri in rosa, questa volta con i bastoncini da nordic walking. Uscite condivise con un personal trainer d’eccezione, tanta forza di volontà e un’ironia che non manca mai.

“Il motto è “Una vita in gamba” perché ho sempre cercato di prendere tutto quello che mi è capitato in maniera positiva, con un pizzico di ironia - aggiunge Elena - certo non sarà facile affrontare 6 chilometri, il mio grande problema è proprio la resistenza, ma piano piano con tante uscite e i consigli di Franz tutto sta procedendo per il meglio. Tra l’altro a livello fisico sto riscoprendo forze che non pensavo di avere e poi non mancano i benefici psicofisici.

Soffro di un’osteodistrofia per la quale ho dovuto subito subire numerosi interventi ai piedi. Dopo l’ultimo, quello del 2011, non mi avevano dato tante speranze di tornare a camminare.


Per quattro anni ho usato le stampelle, ora punto a fare i 6 chilometri. Non voglio essere un supereroe.

Essere alla Corri in rosa sarà per me importante, per il messaggio che in un certo senso voglio dare agli altri e a me stessa (quello di non mollare mai), ma anche per dare speranza in questa manifestazione dedicata alle donne”.

Elena sta testimoniando i suoi allenamenti con post e video su Facebook. Nell’area digitale anche i social possono essere strumento utile per promuovere il messaggio positivo di “Una vita in gamba”. L’appuntamento di corsa è domenica 17 novembre alle 10.00 in via De Gasperi a San Vendemiano. Due i percorsi, di 6 e 12 km.

 

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×