19/09/2018quasi sereno

20/09/2018sereno

21/09/2018sereno

19 settembre 2018

Esteri

Moavero: "Italia non si sfila dalle missioni"

commenti |

“Non c’è nessun rischio che l’Italia si sfili dalle missioni internazionali, siamo pienamente dentro e non abbiamo nessuna intenzione di muoverci al di fuori del quadro di diritto internazionale, quindi anche europeo”. Lo ha detto alla Farnesina il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, nel corso di una conferenza stampa congiunta con l’inviato Onu per la Libia, Ghassan Salamé, in merito alla possibilità che l’Italia esca unilateralmente dalla missione Sophia.

 

Riguardo alle operazioni nel Mediterraneo per il soccorso dei migranti e il contrasto dei trafficanti di essere umani, Moavero Milanesi ha ricordato che le operazioni in mare sono coordinate nel quadro di ‘Operazione Sophia’. Nell’ambito di questa operazione, gestita a livello dell'Unione europea, “era stato adottato il meccanismo relativo all’operazione Triton, che prevedeva l’Italia come porto di sbarco delle persone salvate all’interno della zona che dipendeva dal comando italiano. Triton è stato poi sostituito da Themis”.

 

“Nel quadro dell’operazione Themis - ha proseguito il titolare della Farnesina - questo legame immediato con i porti italiani non è più espresso, tuttavia il regime transitorio si basa sui meccanismi di Triton ed è nostra intenzione, in questo senso vanno anche comprese le posizioni più recenti del governo italiano, sottoporre al competente comitato a livello europeo l’adeguamento di Themis anche dal punto di vista operativo".

 

Moavero Milanesi ha poi precisato che l’Italia intende consegnare imbarcazioni alla guardia costiera libica con l’obiettivo di salvare i migranti e non creare un ostacolo “difficile” da superare per il loro approdo in Europa. “Il nostro governo ha deciso in merito a imbarcazioni alla guardia costiera libica. Al centro di questa decisione c’è il diritto fondamentale alla vita di questa persone, l’idea non è quello di creare un blocco difficile da superare ma mettere in sicurezza queste persone il prima possibile”, ha dichiarato il ministro degli Esteri.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×